Apri il menu principale

STS-41-B

missione spaziale statunitense del programma Space Shuttle
STS-41-B
Emblema missione
Sts-41-b-patch.png
Dati della missione
OperatoreNASA
NSSDC ID1984-011A
SCN14681
ShuttleChallenger
Lancio3 febbraio 1984 13:00:00 UTC
Luogo lanciocomplesso di lancio 39 (Rampa 39A)
Atterraggio11 febbraio 1984 12:15:55 UTC
Sito atterraggioJohn F. Kennedy Space Center, Shuttle Landing Facility (pista 15)
Durata7 giorni, 23 ore, 15 minuti e 55 secondi
Proprietà veicolo spaziale
Peso al lancio113 603 kg
Peso al rientro91 280 kg
Peso del carico12 815 kg
Parametri orbitali
Orbitaorbita terrestre bassa
Numero orbite128
Apogeo317 km
Perigeo307 km
Periodo90.8 min
Inclinazione28,5°
Equipaggio
Numero5
MembriVance Brand
Robert Gibson
Bruce McCandless
Robert Stewart
Ronald McNair
Programma Space Shuttle
Missione precedenteMissione successiva
STS-9 STS-41-C

L'STS-41-B è una missione del Challenger lanciata dal Kennedy Space Center in Florida il 3 febbraio 1984.

Durante la missione vennero posizionati due satelliti artificiali di comunicazione nonché eseguite manovre rendezvous per testare per la prima volta degli appositi sensori e dei programmi di volo computerizzati.

Questa missione segnalò il primo impegno della Manned Maneuvering Unit (MMU) e del Manipulator Foot Restraint (MFR). Bruce McCandless eseguì il primo volo nello spazio in assoluta libertà usando uno dei due MMU a bordo della navicella spaziale.

Dopo otto giorni in orbita, l'11 febbraio 1984, il Challenger eseguì il primo atterraggio sulla pista del Kennedy Space Center.

Indice

EquipaggioModifica

Tra parentesi il numero di voli spaziali completati da ogni membro dell'equipaggio, inclusa questa missione.

Parametri della missioneModifica

Passeggiate spazialiModifica

 
McCandless durante l'EVA

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica