Florida

stato federato degli Stati Uniti d'America
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Florida (disambigua).
Florida
stato federato
(EN) State of Florida
Florida – Stemma Florida – Bandiera
(dettagli) (dettagli)
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Amministrazione
CapoluogoTallahassee
GovernatoreRon DeSantis (R) dal 2019
Data di istituzione3 marzo 1845
Territorio
Coordinate
del capoluogo
30°27′06″N 84°16′06″W / 30.451667°N 84.268334°W30.451667; -84.268334 (Florida)Coordinate: 30°27′06″N 84°16′06″W / 30.451667°N 84.268334°W30.451667; -84.268334 (Florida)
Altitudine-1 - 105 m s.l.m.
Superficie170 304 km²
Abitanti21 477 737[1] (2019)
Densità126,11 ab./km²
Contee67 contee
Comuni407 comuni
Stati federati confinantiAlabama, Georgia
Altre informazioni
Fuso orarioUTC-5, -6
ISO 3166-2US-FL
Nome abitantifloridian
Rappresentanza parlamentare27 Rappresentanti: 13 D, 14 R
2 Senatori: Rick Scott (R), Marco Rubio (R)
InnoOld Folks at Home e Florida
Soprannome(EN) The Sunshine State (Lo Stato del Sole splendente)
MottoIn God We Trust (Crediamo in Dio)
Cartografia
Florida – Localizzazione
Florida – Mappa
Sito istituzionale

La Florida (/ˈflɔːrida/ o /floˈriːda/, in inglese: /ˈflɒɹɪdə/ o 'flɔː-, in spagnolo: /floˈɾiða/)[2] è uno stato degli Stati Uniti d'America. Si estende per buona parte dell'omonima penisola ed è bagnata ad ovest dal golfo del Messico, mentre a nord confina con gli Stati della Georgia e dell'Alabama e ad est si affaccia sull'oceano Atlantico. È il 22º stato per superficie degli Stati Uniti e il 4° per popolazione. La sua capitale è Tallahassee ma la città più conosciuta è Miami. La sua geografia è segnata da un'estesa linea costiera, dall'onnipresenza delle acque e della minaccia degli uragani. Il terreno è caratterizzato dalla bassa elevazione, costituito prevalentemente da rocce sedimentarie. Il clima varia dal subtropicale a nord, al tropicale a sud. Animali caratteristici sono il lamantino e l'alligatore.

Fin dalla sua scoperta nel 1513 ad opera dello spagnolo Juan Ponce de León, la Florida è stata una sfida coloniale per le potenze europee, prima di essere integrata dagli Stati Uniti nel 1845. Fu teatro di guerre contro gli indiani Seminole, e della segregazione razziale dopo la guerra civile. Oggi si distingue per la sua grande comunità cubana e la forte crescita della popolazione solleva questioni ambientali. La sua economia, che si è andata sviluppando dal tardo XIX secolo, si basa principalmente sul turismo, sull'agricoltura e sui trasporti. È anche nota per i suoi parchi di divertimento, per la produzione di arance e per il Kennedy Space Center.

La cultura della Florida riflette diverse influenze, quella anglosassone, indios, afro-americana e ispanica che si trova riflessa nell'architettura e nella gastronomia. La Florida ha attirato molti scrittori, come Marjorie Kinnan Rawlings, Ernest Hemingway, e Tennessee Williams. Il soprannome della Florida è Sunshine State (usato anche nelle targhe delle auto) e gli animali simbolo sono la pantera della Florida, che però è sempre più rara nel territorio della Florida, e l'alligatore, invece molto presente.

GeografiaModifica

La Florida è situata per la maggior parte su una grande penisola tra il Golfo del Messico, l'Oceano Atlantico e lo stretto di Florida. Si estende a sud-est su una striscia di terra. Confina a nord con gli Stati di Georgia e a ovest con l'Alabama. È molto vicina alle isole dei Caraibi e particolarmente alle Bahamas e Cuba.

La Florida è suddivisa in 67 contee.

AmbienteModifica

In Florida vi sono molti parchi e aree protette, tra cui i più conosciuti sono: il National Forest, il National Park, Ocala e lo State Park.

La vegetazione originaria era costituita in passato da intere foreste di latifoglie (faggi, betulle, querce): oggi sono quasi del tutto scomparse a causa di disboscamenti effettuati nel corso dei secoli.

L'animale più diffuso nello Stato è l'alligatore.

ClimaModifica

 
L'uragano Frances

Il clima della Florida è influenzato dalla prossimità all'Oceano Atlantico e dal golfo del Messico, dal suo territorio pianeggiante e da un livello molto basso di altitudine oltre che dalla relativa vicinanza al Tropico del Cancro. La maggior parte dello Stato ha un clima subtropicale umido eccetto per la parte all'estremo sud che ha un clima totalmente tropicale. I fronti freddi occasionalmente portano venti forti e temperature fresche o addirittura fredde durante il tardo autunno (Novembre avanzato) e soprattutto l'Inverno. Le stagioni in Florida sono in realtà scandite più dalle precipitazioni che dalla temperatura, con inverni relativamente secchi (stagione secca) e calde ed umide estati (stagione umida). La Corrente del Golfo ha un effetto moderante sulle temperature massime (ma non sull'umidità relativa) e sebbene la Florida veda ovunque sul suo territorio come regola in estate i 32-33º.

La Florida Centrale è nota anche come la capitale dei fulmini perché ne cadono più che in ogni altra parte degli USA. La Florida ha la più alta media di piogge tra gli stati, la principale motivazione è che le tempeste pomeridiane sono molto usuali in buona parte dello Stato, dalla tarda primavera fino al primo autunno. Nonostante alcune tempeste capitino anche fuori stagione la piaga degli uragani arriva proprio nell'omonima stagione calda umida e comprende anche un po' di stagione fresca; infatti sono possibili dal 1º giugno al 30 novembre. La Florida visse una grande devastazione nel 2004 quando fu colpita, e questo è un record, da ben quattro uragani.

Origini del nomeModifica

Il nome dello stato venne attribuito dall'esploratore spagnolo Juan Ponce de León quando vi sbarcò nel 1513 e deriva dalla "Pascua Florida", nome spagnolo della domenica delle palme, caduta in quel periodo.[3] È detta Sunshine State ("Stato della luce solare"), per via del clima molto spesso sereno e soleggiato.

IdrografiaModifica

FiumiModifica

 
Il lago Apopka

LaghiModifica

IsoleModifica

Aree protetteModifica

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Florida francese, Florida spagnola, Florida orientale, Florida occidentale e Guerre seminole.

I ritrovamenti archeologici dimostrano che la Florida era già abitata migliaia di anni prima che arrivassero le colonie europee. Delle tribù indigene le più conosciute sono gli Ais, gli Apalachee, i Calusa, i Timucua e i Tocobago. Non trascuriamo la presenza dei Seminole, fiera e nobile tribù che seppe resistere valorosamente per anni alla preponderante pressione militare e demografica degli Stati Uniti. Juan Ponce de León, un conquistatore spagnolo, impose il nome alla Florida il 2 aprile del 1513 in occasione della Pascua Florida (termine spagnolo per il periodo pasquale). Nel 1565 gli spagnoli vi fondarono San Augustín che fu il primo centro europeo del Nord America. Nei secoli seguenti, sia i francesi che gli spagnoli crearono colonie nella penisola con fasi alterne di successo.

L'area della Florida spagnola diminuì con lo stabilirsi delle colonie inglesi a nord e francesi a ovest. Gli inglesi indebolirono il potere spagnolo nell'area aiutando le tribù indiane loro alleate a combattere quelle alleate agli spagnoli.

Florida britannicaModifica

La Gran Bretagna guadagnò il controllo della Florida diplomaticamente nel 1763, tramite la Pace di Parigi, con cui fu divisa in una parte orientale ed una occidentale. I britannici tentarono di sviluppare la Florida con l'importazione di immigrati per creare lavoro, ma il progetto alla fine fallì.

Florida spagnola e poi statunitenseModifica

La Spagna riguadagnò la Florida dopo la sconfitta degli inglesi contro le colonie americane ed il conseguente Trattato di Versailles del 1783. A causa delle guerre di frontiera contro le tribù bellicose dei nativi, la regione fu di fatto occupata da truppe e coloni americani fin dal 1810-13. Alla fine, nel 1819, secondo i termini del Trattato Adams-Onís, la Spagna cedette la Florida agli Stati Uniti in cambio della rinuncia da parte statunitense di qualsiasi richiesta per quanto riguardava il Texas. Divenuta territorio autonomo nel 1821, entrò nell'Unione come 27º stato il 3 marzo 1845. Stato secessionista, fu riammesso nell'Unione solo nel 1868.

PopolazioneModifica

Evoluzione demografica della Florida

In Florida si possono trovare varie etnie.

Secondo il censimento del 2010, la distribuzione è la seguente:

  • 54,1% bianchi non ispanici;
  • 25,6% ispanici (è molto numerosa la comunità cubana, composta dai cubani fuggiti dalla dittatura di Cuba e dai loro discendenti (Cuba dista solo 90 miglia marine - 167 km dalle coste della Florida));
  • 16,9% afroamericani (la Florida ha una delle più grandi comunità afroamericane del Paese);
  • 2,9% asiatici (prevalentemente filippini, vietnamiti e cinesi);
  • 0,5% nativi americani (come i seminole nella parte sud-orientale o la tribù dei miccosukee che risiedono prevalentemente nell'area paludosa delle Everglades.

La Florida è conosciuta anche come lo "Stato dei pensionati", in quanto molti cittadini della classe agiata della Nuova Inghilterra al termine della loro attività lavorativa vanno a trascorrere la vecchiaia in Florida beneficiando del clima locale.

ReligioneModifica

Anche la Florida è influenzata dalla multinazionalità degli USA e di conseguenza il panorama religioso è piuttosto vario. Il 40% della popolazione è protestante (battista, metodista o pentecostale), il 26% cattolico. Gli ebrei sono circa il 3%. Il 16% non professa alcuna religione.

EconomiaModifica

 
Space Shuttle Columbia

Di enorme importanza è l'industria del divertimento situata nella città di Orlando che, da sola, richiama milioni di turisti ogni anno. Questa città ospita il Walt Disney World Resort (un complesso di alberghi, negozi, parchi divertimento fra cui Magic Kingdom ed Epcot), gli Universal Orlando Resort, il Sea World e innumerevoli altri parchi divertimento. La grande massa di turisti ha fatto sì che Orlando e le vicine città, offrano alloggi per tutte le tasche: dagli hotel sull'autostrada fino agli alberghi più lussuosi situati dentro il Disneyworld Resort.

La seconda industria in ordine di grandezza è l'agricoltura. Gli agrumi, e specialmente le arance, rappresentano una grande parte dell'economia della penisola, che è la maggior produttrice degli USA.

Altre industrie significative per importanza sono quella delle miniere di fosfato, concentrate nella Bone Valley e soprattutto quella aerospaziale che si è sviluppata dall'arrivo della NASA a Cape Canaveral, nel 1962.

La Florida era uno dei pochissimi Stati a non avere delle leggi riguardo al minimo salariale, finché nel 2004 i votanti fecero passare un emendamento costituzionale che stabilì un minimo salariale che verrà poi ritoccato in base all'inflazione ogni 6 mesi.

AgricolturaModifica

Con la California la Florida è uno dei poli americani della produzione di agrumi. Nella Contea dal nome emblematico di Orange da decine di miglia si solcano agrumeti senza confine. Il successo turistico dello Stato sta sostituendo agli agrumeti immensi insediamenti di ville e residences. Oltre alla coltivazione degli agrumi sussiste in Florida un cospicuo allevamento,[5] in particolare di zebuini, gli animali più adatti al clima subtropicale.

IstruzioneModifica

La scuola primaria e secondaria in Florida sono amministrate dal Dipartimento dell'Educazione della Florida. Esistono delle Università in Florida.

Città principaliModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Lista delle città della Florida.

ConteeModifica

MariModifica

SportModifica

Le franchigie della Florida che partecipano al Big Four (le quattro grandi leghe sportive professionistiche americane) sono:

Struttura del tribunaleModifica

Il sistema giudiziario della Florida è diviso in due grandi categorie: i tribunali d'appello e i tribunali di primo grado. Il livello d'appello è costituito dalla Corte Suprema e da cinque tribunali d'appello, mentre i tribunali di primo grado sono costituiti da 67 tribunali distrettuali e 20 tribunali distrettuali.[\\

Nel 2019, la Corte Suprema della Florida ha esaminato 2.098 casi. Si tratta di 1.106 casi in meno rispetto al 2014 https :[1]

GiustiziaModifica

In Florida è ammessa la pena di morte, che viene eseguita principalmente tramite l'iniezione letale, ma il condannato può scegliere di morire, se lo desidera, con la sedia elettrica.

CrimineModifica

Il tasso di reati in Florida è superiore della media nazionale. Comunque, recentemente il tasso stava declinando. Il periodo massimo fu nel 2006 -2007[6]. Nel 2017 711,831 reati furono commessi[7]. Per esempio, nel 2007 ci furono 1,126,524 arresti, nel 2017 ci furono 711,831.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Resident Population Data, su census.gov. URL consultato l'11 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 3 gennaio 2013).
  2. ^ La pronuncia italiana del nome segue l'inglese (Flòrida) o lo spagnolo (Florìda). Bruno Migliorini et al., Scheda sul lemma "Florida", in Dizionario d'ortografia e di pronunzia, Rai Eri, 2007, ISBN 978-88-397-1478-7.
  3. ^ virio.it, 30 dicembre 2015, http://www.virio.it/origini-dei-nomi-degli-stati-degli-stati-uniti-damerica-parte-i/. URL consultato l'11 dicembre 2019 (archiviato l'11 dicembre 2019).
  4. ^ LOxa-hatchee National Park - accesso 7 marzo 2016, su books.google.co.th. URL consultato il 7 marzo 2016 (archiviato il 31 luglio 2016).
  5. ^ Antonio Saltini, L'agricoltura americana. I segreti del successo agricolo Usa, Edagricole, Bologna 1982
  6. ^ UCR Arrest Data, su www.fdle.state.fl.us. URL consultato il 14 maggio 2020 (archiviato il 15 gennaio 2019).
  7. ^ Florida Criminal Records | StateRecords.org, su florida.staterecords.org. URL consultato il 14 maggio 2020 (archiviato il 6 maggio 2020).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN135974315 · LCCN (ENn79053995 · GND (DE4017585-6 · NDL (ENJA00629134 · WorldCat Identities (ENlccn-n79053995
  Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che parlano degli Stati Uniti d'America