Saliha Sultan (figlia di Ahmed III)

principessa ottomana, figlia di Ahmed III

Saliha Sultan (turco ottomano: صالحہ سلطان, "la devota"; Costantinopoli, 21 marzo 1715Costantinopoli, 11 ottobre 1778) è stata una principessa ottomana, figlia del sultano Ahmed III e della consorte Hatem Kadin.

Saliha Sultan
Sultana dell'impero ottomano
NascitaCostantinopoli, 21 marzo 1715
MorteCostantinopoli, 11 ottobre 1778
Luogo di sepolturaCimitero di Eyüp, Istanbul
DinastiaCasa di Osman
PadreAhmed III
MadreHatem Kadın
ConiugiSari Mustafa Pasha
(1728-1731, ved.)
Sarhoş Ali Pasha
(1740-1744, ved.)
Hatibzade Yahya Pasha
(1745-1755, ved.)
Koca Mehmed Ragıp Pasha
(1758-1763, ved.)
Turşu Mehmed Pasha
(1764-1770, ved.)
FigliPrimo matrimonio
Sultanzade Ahmed Bey
Fatma Hanımsultan
Incerto
Ayşe Hanımsultan
Emine Hanımsultan
Hatice Hanımsultan
ReligioneIslam sunnita

Origini

modifica

Saliha Sultan nacque a Costantinopoli, nel Palazzo Topkapi, il 21 marzo 1715. Suo padre era il sultano ottomano Ahmed III, sua madre una delle sue consorti, Hatem Kadin. Aveva un fratello gemello, Şehzade Selim, morto nel febbraio 1718[1][2][3].

Matrimoni

modifica

Saliha Sultan si sposò cinque volte:

  • Il 28 maggio 1728 sposò Sari Mustafa Pasha, figlio di Gazi Hüseyin Pasha. Il fidanzamento era stato formalizzato tre giorni prima. Alla sposa vennero assegnati 10.000 ducati d'oro come dote e un palazzo a Eyüp, il Palazzo Bahariye. Insieme ebbero almeno un figlio e una figlia. Saliha rimase vedova nel 1731[1][4][5].
  • Il 30 giugno 1740 sposò Sarhoş Ali Pasha, figlio di Abdi Pasha. Rimase vedova nel 1744[6][4][7][8].
  • Nel 1745 sposò Hatibzade Yahya Pasha. Rimase vedova nel 1755[9][10].
  • Il 6 aprile 1758 sposò Koca Mehmed Ragıp Pasha. Lo sposo aveva quasi vent'anni più di lei. Rimase vedova nel 1763[11][12].
  • Il 9 maggio 1764 sposò Turşu Mehmed Pasha, Visir e in precedenza Ağa dei giannizzeri e Kapudan della flotta. Rimase vedova nel 1770[13][12][7][8].

Saliha Sultan morì nel suo palazzo l'11 ottobre 1778. Venne sepolta nel cimitero di Eyup. I suoi beni e il suo palazzo vennero assegnati alla nipote Esma Sultan, figlia del suo fratellastro, il sultano Abdulhamid I[14][15].

Discendenza

modifica

Saliha Sultan ebbe un figlio e quattro figlie[16][17][8].

Dal suo primo matrimonio, Saliha ebbe almeno un figlio e una figlia:

  • Sultanzade Ahmed Bey (1729 - 1736).
  • Fatma Hanimsultan (? - ?). Nel 1748 sposò Ibrahim Bey, fratello di Hatibzade Yahya Pasha, terzo marito della madre.

Saliha ebbe anche altre tre figlie, ma non è noto da quale matrimonio siano nate:

  • Ayşe Hanimsultan (? - 1754). Sepolta nel cimitero di Eyüp.
  • Emine Hanimsultan (? - 12 maggio 1783). Sepolta nel cimitero di Eyüp.
  • Hatice Hanimsultan (? - ?). Sposò Mehmed Bey, nipote di Fatma Sultan, la quale era una sorellastra di Saliha.
  1. ^ a b Sakaoğlu 2008, p. 435
  2. ^ Silahdar Findiklili Mehmed Agha (2001). Nusretnâme: Tahlil ve Metin (1106-1133/1695-1721). p. 831.
  3. ^ Dumas, Juliette (2013). Les perles de nacre du sultanat: Les princesses ottomanes (mi-XVe – mi-XVIIIe siècle). pp. 642, 767
  4. ^ a b Davis 1986, p. 17
  5. ^ Uluçay 2011, p. 137-138
  6. ^ Dumas, Juliette (2013). Les perles de nacre du sultanat: Les princesses ottomanes (mi-XVe – mi-XVIIIe siècle). pp. 642, 767.
  7. ^ a b Uluçay 2011, p. 137.
  8. ^ a b c Sakaoğlu 2008, p. 435-36.
  9. ^ Şemʼdânî-zâde Fındıklılı, Süleyman Efendi (1976). Aktepe, M.Münir (ed.). Şemʼdânî-zâde Fındıklılı Süleyman Efendi târihi Mürʼiʼt-tevârih-Volume I. Edebiyat Fakültesi Matbaası. p. 140.
  10. ^ Trabzon Tarihi Sempozyumu. Trabzon Belediyesi. January 1, 1999. p. 186. ISBN 978-9-757-77027-5<meta />.
  11. ^ Güngör 2014, p. 631
  12. ^ a b Davis 1986, p. 17.
  13. ^ Güngör 2014, p. 1115.
  14. ^ Uluçay 2011, p. 137-38.
  15. ^ Sakaoğlu 2008, p. 435, 436.
  16. ^ Sakaoğlu 2008, p. 437.
  17. ^ Uluçay 2011, p. 138

Bibliografia

modifica
  • Davis, Fanny (1986). The Ottoman Lady: A Social History from 1718 to 1918. Greenwood Publishing Group. ISBN 978-0-313-24811-5.
  • Güngör, Tahir (2014). Vak'a-nüvîs Hâkim Efendi Tarihi (Metin ve Tahlil).
  • Sakaoğlu, Necdet (2008). Bu mülkün kadın sultanları: Vâlide sultanlar, hâtunlar, hasekiler, kadınefendiler, sultanefendiler. Oğlak Yayıncılık. ISBN 978-9-753-29623-6.
  • Uluçay, Mustafa Çağatay (2011). Padişahların kadınları ve kızları. Ankara, Ötüken.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie