Salvator rufescens

Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tegu rosso
Tupinambis rufescens.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Sauria
Famiglia Teiidae
Genere Salvator
Specie S. rufescens
Nomenclatura binomiale
Salvator rufescens
Günther, 1871
Sinonimi
  • Teius rufescens Günther, 1871
  • Tupinambis rufescens Boulenger, 1885

il Tegu rosso (Salvator rufescens) è una specie di lucertola della famiglia Teiidae. È distribuito nel centro dell'Argentina, nel sud-est della Bolivia e nel nord-ovest del Paraguay[1].

DescrizioneModifica

Ha il corpo cilindrico e una coda lunga e robusta. Sono sauri di grandi dimensioni: la lunghezza dalla testa alla base della coda (non la lunghezza totale) è di 50 cm nei maschi adulti, le femmine sono leggermente più piccole; il maschio può arrivare a pesare oltre 10 kg.

Possiede un dorso marrone nocciola, con macchie più chiare, e il ventre rossastro. Può essere confuso con il suo congenere Salvator merianae (col quale spesso si ibrida spontaneamente)[2], da cui si distingue per la sua colorazione dorsale rossastra (a differenza delle parentesi graffe trasversali nere in S. merianae) e per avere meno di 20 pori preanali e femorali (generalmente in S. merianae ce ne sono 25).

Distribuzione e habitatModifica

L'habitat è costituito dalle aree forestali del Gran Chaco, dalle praterie della savana, e dalle radure.

AlimentazioneModifica

É onnivoro, e la sua dieta comprende artropodi, piccoli vertebrati, frutta e foglie.

 
Due esemplari in cattività

RiproduzioneModifica

La riproduzione è stagionale, la covata è composta in media da 20 uova circa.

Raggiunge la maturità sessuale attorno al terzo anno di vita, quando ha una lunghezza di 30 cm dal muso alla base della coda.

ComportamentoModifica

È una specie diurna, eliofila, attiva tutto il giorno. Passa la maggior parte del tempo a localizzare le prede, con l'aiuto della sua lingua compressa e biforcuta. La temperatura corporea degli individui è di circa 38 °C. Quando minacciato, rimane immobile con la bocca spalancata, emettendo un sibilo acuto per intimidire l'aggressore.

CuriositàModifica

NoteModifica

  1. ^ Salvator rufescens, su The Reptile Database. URL consultato il 23 maggio 2021.
  2. ^ Imanol Cabaña, Margarita Chiaraviglio, Valeria Di Cola, Antoine Guisan, Olivier Broennimann, Cristina N Gardenal, Paula C Rivera Zoological Journal of the Linnean Society, Volume 190, Issue 2, October 2020, Pages 757–769, Hybridization and hybrid zone stability between two lizards explained by population genetics and niche quantification, su academic.oup.com.
  Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili