Apri il menu principale

San Vivaldo (Montaione)

frazione del comune italiano di Montaione
San Vivaldo
frazione
San Vivaldo – Veduta
Alcune cappelle del Sacro Monte di San Vivaldo
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
Città metropolitanaProvincia di Firenze-Stemma.svg Firenze
ComuneMontaione-Stemma.png Montaione
Territorio
Coordinate43°31′34.17″N 10°53′59.2″E / 43.526158°N 10.899778°E43.526158; 10.899778 (San Vivaldo)Coordinate: 43°31′34.17″N 10°53′59.2″E / 43.526158°N 10.899778°E43.526158; 10.899778 (San Vivaldo)
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale50050
Prefisso0571
Fuso orarioUTC+1
PatronoVivaldo da San Gimignano
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Vivaldo
San Vivaldo

San Vivaldo è una frazione del comune di Montaione, nella città metropolitana di Firenze.

Si tratta di un piccolo centro abitato posto sulla strada che conduce dal capoluogo comunale all'altra frazione di Castelfalfi.

La frazione è divisa in due parti distinte: da una parte il complesso religioso e dall'altra il piccolo borgo di case, dove oggi principalmente si concentrano servizi per i turisti assai numerosi in tutto il comune di Montaione.

Indice

StoriaModifica

La selva di Camporena, dove la frazione di San Vivaldo si trova, era meta di eremiti fin dall'epoca medievale: il più noto fu Vivaldo da San Gimignano (1260 - 1320), il quale vi dimorò per circa venti anni riparandosi nel gigantesco tronco di un castagno. Morto in odore di santità sul luogo del ritrovamento del corpo esanime fu costruita, ma probabilmente era già esistente, una piccola chiesa .

 Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa di San Vivaldo.

Nei secoli la chiesa fu ampliata e abbellita: come la vediamo oggi è frutto di una ricostruzione avvenuta intorno al 1500, anno in cui i francescani si insediarono nella zona e costruirono il convento e il complesso architettonico delle cappelle del Sacro Monte.

Il Sacro MonteModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Convento di San Vivaldo.

San Vivaldo è conosciuto per il suo Sacro Monte: intorno alla chiesa principale, fra Tommaso da Firenze, francescano, costruì tra il 1500 e il 1515 una serie di cappelle decorate da gruppi di terracotta, riproducenti le fasi salienti della vita di Gesù e non solo. San Vivaldo è denominata anche la Gerusalemme della Toscana.[senza fonte]

BibliografiaModifica

  • Rosanna Caterina Proto Pisani, La Gerusalemme di San Vivaldo, collana "Piccoli Grandi Musei", Firenze, Edizioni Polistampa, 2006. ISBN 88-596-0125-8
  • Rosanna Caterina Proto Pisani (a cura di), Empoli, il Valdarno inferiore e la Valdelsa fiorentina, collana "I Luoghi della Fede", Milano, Mondadori, 1999, pp. 170 – 175.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN143123734 · LCCN (ENn84223028 · WorldCat Identities (ENn84-223028