Apri il menu principale

Sant'Andrea in Pelago (Lissa)

isola dell'arcipelago di Lissa in Croazia
(Reindirizzamento da Sant'Andrea (Croazia))
Sant'Andrea in Pelago
Svetac
SvAndrej.jpg
Sant'Andrea vista da Comisa
Geografia fisica
LocalizzazioneMare Adriatico
Coordinate43°01′30″N 15°45′30″E / 43.025°N 15.758333°E43.025; 15.758333Coordinate: 43°01′30″N 15°45′30″E / 43.025°N 15.758333°E43.025; 15.758333
Arcipelagodi Lissa
Superficie4,19[1] km²
Sviluppo costiero11,97[1]
Altitudine massima316[2] m s.l.m.
Geografia politica
StatoCroazia Croazia
RegioneRegione spalatino-dalmata
Demografia
Abitanti0
Cartografia
Croatia - Svetac.PNG
Mappa di localizzazione: Croazia
Sant'Andrea in Pelago
Sant'Andrea in Pelago
voci di isole della Croazia presenti su Wikipedia

Sant'Andrea in Pelago[3][4][5][6] o scoglio Sant'Andrea[7][8][9][10][11][12] (in croato Svetac) è un'isola croata dell'Adriatico situata 14 M al largo di Comisa (isola di Lissa); fa parte dell'arcipelago di Lissa. L'isola non ha una popolazione permanente.

Sant'Andrea ha coste ripide e rocciose; l'unico approdo è la piccola baia Valle Slatina[13] (uvala Slatina) sulla costa sud-orientale, dove si trovano poche case. La sua superficie è di 4,19 km²[1], lo sviluppo costiero di 11,97 km[1], l'altezza massima è di 316 m[2] (monte Kosa). Vicino alla costa meridionale dell'isola, a circa 55 m si trova lo scoglio Zlatni Kamik[2]; mezzo miglio marino ad ovest lo scoglio Sasso[6] (Kamik); a sud-est in mare aperto, a circa 21 M, l'isolotto Pomo (Jabuka); circa 2 M a sud-est si trova la piccola isola vulcanica di Meliselo o Melisello (Brusnik).

L'isola è luogo di nidificazione del Falco eleonorae[14], una specie migratrice che sverna in Madagascar.

StoriaModifica

L'isola era abitata nell'Età del Bronzo (nel museo di Lissa sono esposti dei reperti[3]) e ci sono i resti di una fortezza bizantina del VI sec.[3]; non c'è più traccia alcuna di un convento di epoca medioevale (menzionato nel 1334[3]).

NoteModifica

  1. ^ a b c d (ENHR) Tea Duplančić Leder, Tin Ujević e Mendi Čala, Coastline lengths and areas of islands in the Croatian part of the Adriatic Sea determined from the topographic maps at the scale of 1:25000 [Lunghezze delle linee di costa e aree delle isole nella parte croata del mare Adriatico definite in base alle mappe topografiche in scala 1:25000] (PDF), in Geoadria, vol. 9, nº 1, Zara, Hrvatski hidrografski institut [Istituto idrografico della Croazia], 2004, pp. 12-30. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  2. ^ a b c (HR) Mappa topografica della Croazia 1:25000, su preglednik.arkod.hr. URL consultato il 14 gennaio 2017.
  3. ^ a b c d Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, p. 1366.
  4. ^ Natale Vadori, Italia Illyrica sive glossarium italicorum exonymorum Illyriae, Moesiae Traciaeque ovvero glossario degli esonimi italiani di Illiria, Mesia e Tracia, 2012, San Vito al Tagliamento (PN), Ellerani, p. 571, ISBN 978-88-85339293.
  5. ^ (EN) Edward Dodwell, A Classical and Topographical Tour through Greece during the Years 1801, 1805 and 1806, vol. 1, Rodwell and Martin, 1819, p. 7.
  6. ^ a b Alberto Rizzi, Guida della Dalmazia, vol. II, 2010, Trieste, ed. Italo Svevo, p. 348.
  7. ^ Atlante Zanichelli 2009, Zanichelli, Torino e Bologna, 2009, p. 52.
  8. ^ Grande atlante d'Europa e d'Italia, Istituto geografico de Agostini, Novara 1994, p. 185.
  9. ^ Atlante illustrato del mondo, Vallardi I. G., Lainate (MI) 1994, tav. 4.
  10. ^ I. R. Istituto Geografico Militare, Portolano del mare Adriatico, Tip. dei Pp. Mechitaristi, Vienna, 1845, p. 357. URL consultato il 6 novembre 2016.
  11. ^ Giuseppe Lorenzo Maria Casaregi e Carlo Targa, Il consolato del mare, Silvestro Gnoato, Venezia 1802, p. 31.
  12. ^ Navigare in Mediterraneo da Palagruza a Lastovo..., su docplayer.it. URL consultato il 6 novembre 2016.
  13. ^ Vadori, p. 603.
  14. ^ (HR) Ugroženog Eleonorina sokola na Svecu prati nadzorna kamera, su slobodnadalmacija.hr. URL consultato il 6 novembre 2016.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316747588 · WorldCat Identities (EN316747588