Sap (EP)

EP degli Alice in Chains del 1992

Sap è il secondo EP del gruppo musicale statunitense Alice in Chains, pubblicato il 4 febbraio 1992 dalla Columbia Records.[3]

Sap
EP
ArtistaAlice in Chains
Pubblicazione4 febbraio 1992
Durata20:53
Dischi1
Tracce5
GenereGrunge
Rock alternativo
EtichettaColumbia Records
ProduttoreRick Parashar,[1] Alice in Chains
RegistrazioneLondon Bridge Studios, Seattle (Washington)
FormatiCD, MC
Certificazioni
Dischi d'oroStati Uniti Stati Uniti[2]
(vendite: 500 000+)
Alice in Chains - cronologia
EP precedente
(1990)
EP successivo
(1994)

DescrizioneModifica

Il titolo deriva da un sogno avuto dal batterista Sean Kinney dopo la sua registrazione, nel quale in una conferenza stampa la band dichiarava che il nome sarebbe stato Sap per il sound più dolce e soft (in inglese "Sappy") rispetto al primo album, Facelift.

Sap fu ripubblicato nel 1994 come edizione limitata in doppio vinile dell'EP Jar of Flies; quest'ultimo era sul primo e sul secondo lato, mentre Sap sul lato tre e quattro.

Fu pubblicato per la terza volta nel 1995 dopo il successo di Got Me Wrong, inclusa nella colonna sonora di Clerks - Commessi; la nuova edizione conteneva i testi delle canzoni e una copertina lievemente differente.

Viene nuovamente ristampato, in occasione del Record Store Day del 2020, entrando per la prima volta nella classifica di Billboard.

TracceModifica

Testi e musiche di Jerry Cantrell, eccetto dove indicato.

  1. Brother – 4:28
  2. Got Me Wrong – 4:12
  3. Right Turn – 3:18
  4. Am I Inside – 5:10 (testo: Layne Staley)
  5. Love Song – 3:45 – traccia fantasma

FormazioneModifica

Gruppo
Altri musicisti
Produzione

ClassificheModifica

Classifica (2020) Posizione
massima
Stati Uniti[4] 134
Stati Uniti (alternative)[4] 9
Stati Uniti (hard rock)[4] 4
Stati Uniti (rock)[4] 20

NoteModifica

  1. ^ a b Accreditato per errore come Rick Parasher
  2. ^ (EN) Alice in Chains - Sap – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 9 luglio 2015.
  3. ^ (EN) Sap CD, su aliceinchains.warnermusic.com, Warner Music Group. URL consultato il 3 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 2 agosto 2018).
  4. ^ a b c d (EN) Alice in Chains – Chart history, su Billboard. URL consultato il 27 giugno 2021. Cliccare sulla freccia all'interno della casella nera per visualizzare le varie classifiche.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock