Apri il menu principale
Schönholzerswilen
comune
Schönholzerswilen – Stemma
Schönholzerswilen – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Thurgau matt.svg Turgovia
DistrettoWeinfelden
Amministrazione
Lingue ufficialiTedesco
Territorio
Coordinate47°31′00″N 9°08′00″E / 47.516667°N 9.133333°E47.516667; 9.133333 (Schönholzerswilen)Coordinate: 47°31′00″N 9°08′00″E / 47.516667°N 9.133333°E47.516667; 9.133333 (Schönholzerswilen)
Altitudine555 e 586 m s.l.m.
Superficie10,9 km²
Abitanti839 (2016)
Densità76,97 ab./km²
FrazioniHagenwil, Leutenegg, Ritzisbuhwil, Toos
Comuni confinantiBraunau, Bürglen, Bussnang, Kradolf-Schönenberg, Wuppenau
Altre informazioni
Cod. postale8577
Prefisso071
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS4756
TargaTG
Nome abitantischönholzerswiler
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Schönholzerswilen
Schönholzerswilen
Schönholzerswilen – Mappa
Sito istituzionale

Schönholzerswilen (toponimo tedesco) è un comune svizzero di 839 abitanti del Canton Turgovia, nel distretto di Weinfelden.

Indice

Geografia fisicaModifica

StoriaModifica

Nel 1964 Schönholzerswilen ha inglobato il comune soppresso di Toos[1]. Fino al 1996 incluse anche le frazioni di Metzgersbuhwil e Ritzisbuhwil, poi assegnate al comune di Kradolf-Schönenberg[2]. Fino al 2010 ha fatto parte del distretto di Münchwilen.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
La chiesa cattolica di San Marco
 
La chiesa riformata
  • Chiesa cattolica di San Marco, attestata dal 1275[1];
  • Chiesa riformata, eretta nel 1714[1].

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella (con Toos)[1]:

Abitanti censiti

 

AmministrazioneModifica

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

NoteModifica

  1. ^ a b c d Erich Trösch, Schönholzerswilen, 2 maggio 2011, Dizionario storico della Svizzera. URL consultato il 15 gennaio 2018.
  2. ^ Gregor Spuhler, Buhwil, 19 febbraio 2003, Dizionario storico della Svizzera. URL consultato il 15 gennaio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN234327254 · WorldCat Identities (EN234327254
  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera