Apri il menu principale
Sellustra
Colline di Dozza 2.JPG
La valle del Sellustra presso Dozza
StatoItalia Italia
RegioniEmilia-Romagna Emilia-Romagna
Lunghezza22 km
Portata media2 m³/s
Altitudine sorgente450 m s.l.m.
NasceMonte la Pieve (508 m)
44°16′52.89″N 11°31′48.08″E / 44.281358°N 11.530023°E44.281358; 11.530023
Sfociatorrente Sillaro
44°25′07.71″N 11°40′01.55″E / 44.418809°N 11.667098°E44.418809; 11.667098Coordinate: 44°25′07.71″N 11°40′01.55″E / 44.418809°N 11.667098°E44.418809; 11.667098

Il Sellustra è un torrente dell'Appennino imolese che nasce dal Monte la Pieve (parte del complesso montuoso del Poggio del Falchetto, nel comune di Fontanelice), ai limiti occidentali della Vena del Gesso Romagnola e si getta, praticamente insieme al rio Sabbioso, nel torrente Sillaro presso Castel Guelfo.

Gran parte della vallata che percorre è compresa nel comune di Casalfiumanese ed è marcata dai calanchi di argille scagliose (nella parte alta) e plio-pleistoceniche (nella parte medio-bassa). Questo ha fatto sì che il fondovalle, martoriato dalle frane prima delle "bonifiche montane" degli anni trenta del Novecento, sia privo di insediamenti urbani, che si ritrovano invece sulla vetta delle dorsali, più stabili: Dozza alla sinistra [1] e Pieve di S. Andrea a destra.

Il territorio, un tempo molto povero, ha visto nel dopoguerra un ampio sviluppo dell'agricoltura moderna (vite e seminativi) nella parte bassa delle colline e della pastorizia alle quote più elevate. Il sentiero «Luca Ghini», dedicato al botanico che nacque in questa vallata, tocca alcuni degli angoli più suggestivi del territorio.

NoteModifica

  1. ^ Nel Medioevo è esistito anche Fiagnano.

Voci correlateModifica

  Portale Romagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romagna