Sharon Pratt
Sharon Pratt Kelly.jpg

Sindaco di Washington D.C.
Durata mandato 2 gennaio 1991 –
2 gennaio 1995
Predecessore Marion Barry
Successore Marion Barry

Dati generali
Partito politico Democratico

Sharon Pratt (Washington, 30 gennaio 1944) è una politica statunitense, sindaco di Washington dal 1991 al 1995.

BiografiaModifica

Sharon Pratt nasce a Washington nel 1944 da Carlisle Edward Pratt, giudice della Corte suprema, e da Aimee Elizabeth Pratt. Laureatasi in scienze politiche e giurisprudenza alla Howard University, nel 1990 si candida da democratica alla carica di sindaco di Washington vincendo a pieni voti con l'86,1% dei voti. Ricandidatasi alle primarie democratiche del 1994 per riconfermare la propria candidatura a sindaco, ottiene solo il 13,22% e si posiziona terza dopo i candidati John Ray e l'ex sindaco e vincente Marion Barry, che alle elezioni generali viene rieletto per la quarta volta non consecutiva sindaco della città. La Pratt concluderà dunque il proprio mandato all'inizio del 1995.

In seguito si dedica alla consulenza con una sua azienda, la Pratt Consulting, collaborando con agenzie e gruppi no profit federali, statali e locali.[1] Nel 2003 Pratt riceve un contratto da 235.000 dollari dal Dipartimento della Salute del Distretto di Columbia per essere il principale contatto della città con le agenzie federali di sicurezza nazionale. Il contratto prevedeva inoltre che lei indagasse sul miglioramento delle comunicazioni e della tecnologia per proteggere il distretto dal bioterrorismo e che dovesse incontrarsi con alti funzionari federali e scrivere un rapporto sulle potenziali opportunità, in particolare gli accordi di condivisione delle risorse.

Vita privataModifica

È stata sposata due volte: la prima con Arrington Dixon, anch'egli politico, dal 1967 al 1982, da cui ha avuto due figli, e la seconda con James Kelly, uomo d'affari di New York, dal 1991 al 1999.[2]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Yol e Woodlee, Ex-Mayor Hired to Help D.C. With Bioterrorism Readiness, in Washington Post, 30 marzo 2003. URL consultato il 27 novembre 2017.
  2. ^ (EN) Martin Weil, Now She's Mayor Kelly: Dixon Gets Married, Changes Her Name, in The Washington Post, 8 dicembre 1991, p. A1. URL consultato il 9 aprile 2009.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica


Controllo di autoritàVIAF (EN51296099 · LCCN (ENno97052377 · WorldCat Identities (ENno97-052377