Apri il menu principale

Sherlock, Lupin e io è una serie di romanzi narranti le avventure dei giovani Sherlock Holmes, Arsène Lupin e Irene Adler; la serie parla di come gli astuti ragazzini riescono a scoprire i misteri dietro grandi crimini dell'epoca e spiega l'origine di molte caratteristiche incomprese dei personaggi, ad esempio racconta il perché della diffidenza, da parte del famoso investigatore fittizio Sherlock Holmes, nei confronti della famosa polizia londinese Scotland Yard. Il testo, scritto in prima persona sotto i panni della "signorina Adler" (che poi si scoprirà essere nata in una famiglia differente da quella Adler), dal famoso scrittore, traduttore e sceneggiatore italiano Alessandro Gatti con lo pseudonimo proprio di Irene Adler. I libri numerati sono venti, più altri due edizioni speciali non riguardanti direttamente la storia usciti uno nel 2018 e l'altro nel 2019, per un totale di ventidue libri pubblicati. Le illustrazioni sono di Iacopo Bruno.

Serie di libriModifica

  • Vol. 1. Il trio della dama nera - (2011)
  • Vol. 2. Ultimo atto al teatro dell'opera - (2012)
  • Vol. 3. Il mistero della rosa scarlatta - (2012)
  • Vol. 4. La cattedrale della paura - (2013)
  • Vol. 5. Il castello di ghiaccio - (2013)
  • Vol. 6. Le ombre della Senna - (2014)
  • Vol. 7. L'enigma del Cobra Reale - (2014)
  • Vol. 8. La sfinge di Hyde Park - (2014)
  • Vol. 9. Caccia alla volpe con delitto - (2015)
  • Vol. 10. Il signore del crimine - (2015)
  • Vol. 11. Il porto degli inganni - (2015)
  • Vol. 12. La nave degli addii - (2016)
  • Vol. 13. Doppio finale - (2016)
  • Vol. 14. In cerca di Anastasia - (2016)
  • Vol. 15. L' enigma dell'uomo con il cilindro - (2017)
  • Vol. 16. La maschera dell'assassino - (2017)
  • Vol. 17. Un delitto a Natale - (2017)
  • Vol. 18. Trappola mortale per Mister Holmes - (2018)
  • Vol. Speciale. I più grandi casi di Sherlock Holmes - (2018)
  • Vol. 19. Omicidio in prima classe - (2018)
  • Vol. 20. Intrigo a Costantinopoli - (2018)
  • Vol. Speciale. I misteri di Londra nei racconti di Arthur Conan Doyle - (2019)

Vol. 1. Il trio della dama neraModifica

Il romanzo inizia nel 1870 (durante il periodo della guerra tra Prussia e Francia) con una normale villeggiatura della signorina Adler, di nome Irene, figlia di un ferroviere, Leopoldo Adler, e di sua moglie, una nobile aristocratica, in vacanza con la madre in una cittadina francese di nome Saint-Malo, in compagnia della servitù e, in particolare, del maggiordomo di famiglia Orazio Nelson, un signore nero rimasto al servizio della famiglia, originaria d'America, anche dopo la promulgazione delle leggi contro il predominio razziale bianco. Il caso vuole che Irene, annoiata, mentre sta passegiando incontra il giovane e anche un po' sbruffoncello William Sherlock Holmes, anche lui in vacanza con i suoi due fratelli (Mycroft, il maggiore, e Violet, la minore) e con sua madre. Sherlock, così chiamato dalla ragazzina dopo essersi conosciuti, inizialmente presta più attenzione al libro che stava leggendo che alla nuova amica, pensando forse che non fosse abbastanza interessante, ma quando capisce che lo è, la porta in una zona nascosta sulla costa, dove la signorina Adler fa la conoscenza di un amico di Holmes, colui che poi sarebbe diventato uno dei più grandi ladri gentiluomini della storia, almeno secondo Irene, ovvero Arsène Lupin. Arsène era figlio di un acrobata di nome Théophraste che lavorava per un circo mobile momentaneamente stabilitosi nella cittadina. Subito i tre diventano grandi amici e trascorrono le loro giornate su un'isoletta un tempo usata come base militare ma ora abbandonata. Un gioro però avviene un fatto misterioso quanto macabro: viene ritrovato, proprio dal trio, il cadavere di, a prima vista, un nobile benestante. Nelle tasche ci sono delle pietre e un bigliettino con scritto : "Il mare cancellerà le mie colpe". Mentre osservano il corpo, Irene ota una sagoma scura sulla costa che li osserva e non può fare a meno che scacciare un urlo di terrore, anche se i suoi amici sembrano, inizialmente, non crederle.