Apri il menu principale
Sick Tamburo
Sick Tamburo.jpg
Elisabetta Imelio e Gian Maria Accusani
Paese d'origineItalia Italia
GenereRock
Rock alternativo
Periodo di attività musicale2007 – in attività
EtichettaLa Tempesta Dischi
Album pubblicati5
Studio5

I Sick Tamburo sono un gruppo musicale alternative rock formato nel 2007 da Gian Maria Accusani ed Elisabetta Imelio, in precedenza membri dei Prozac+.

Indice

StoriaModifica

IniziModifica

Il progetto prende forma per mezzo di Elisabetta e Gian Maria; si aggregano alla band un bassista, String Face, ed un batterista, Doc. Eye. Si sceglie il nome di Sick Tamburo ("tamburo malato"), in realtà pensato per un progetto di percussioni noise di Gian Maria, conosciuto ora come Hard Core Tamburo.[1]

Vengono pubblicati i primi brani su Myspace (Intossicata, Finché tu sei qua, Topoallucinazione e Quel paese) ed il video di Tocca 24/7 su YouTube nel 2007, in cui i Sick Tamburo appaiono con maschere bianche per celare i volti. Inoltre decidono di avvalersi di nickname: Gian Maria sceglie Mr Man, mentre Elisabetta opta per Boom Girl. Vengono tuttavia riconosciuti ed abbandonano le maschere, decidendo però di utilizzare dei passamontagna per motivi estetici.

Si affidano a La Tempesta Dischi, collettivo d'artisti indipendente capitanato dai Tre Allegri Ragazzi Morti, anch'essi pordenonesi.

Album omonimoModifica

Il 10 aprile del 2009 viene pubblicato il primo album dei Sick Tamburo, dal titolo omonimo e contenente 12 pezzi, per una durata totale di circa 39 minuti. I brani, scritti e composti da Gian Maria, hanno ritmi ripetitivi accompagnati da testi minimalisti.

Il 20 aprile 2009 esce il primo singolo ufficiale Il mio cane con tre zampe, e inizia la collaborazione con Stefano Poletti, voce e leader dei Pecksniff, che cura la regia dei loro successivi videoclip. Vengono premiati al Meeting delle Etichette Indipendenti (MEI) nella sua classifica indipendente.

Iniziano un tour di concerti, anche in festival quali La Tempesta sotto le Stelle, il Rivolution Fest, e la Festa di Radio Onda d'urto.

Nel novembre del 2009 esce il secondo singolo Parlami per sempre, girato a Parma, nella discarica della carta.

A.I.U.T.O.Modifica

L'uscita del secondo album, prevista per l'aprile del 2010, vede un rinvio di sette mesi dovuto alla maternità di Elisabetta. I Sick Tamburo si esibiscono ancora live fino al 17 giugno in Val di Sole in provincia di Trento.

Nell'ottobre del 2011 il singolo E so che sai che un giorno preannuncia l'uscita del secondo album A.I.U.T.O. il 4 novembre 2011, i cui temi sono riassunti nell'acronimo Altamente Irritanti Umani Tecniche Ossessive. Presenta 12 brani, per una durata di circa 42 minuti, di genere rock elettronico più melodico.

L'A.I.U.T.O. Tour, iniziato da Milano il 25 novembre, consente alla band di girare un po' tutta Italia.

Senza VergognaModifica

Il 28 aprile 2014 esce in anteprima il video della canzone Il fiore per te che anticipa il loro nuovo album Senza vergogna; nel video fa apparizione Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, autore anche della copertina dell'album. Il terzo lavoro del gruppo viene rilasciato ufficialmente il 3 giugno 2014. Inoltre alla formazione si aggiunge Miss Understanding al basso e alla voce.

A novembre 2014 esce il secondo singolo L'uomo magro, seguito anche dal relativo video musicale.

Un Giorno NuovoModifica

Il 13 aprile 2017 esce il quarto album della band: Un giorno nuovo. Prodotto, registrato e mixato da Gian Maria Accusani al GM House Recording (Pn) e masterizzato al Newmastering (Mi). Tutti i brani sono di Gian Maria Accusani.

Il 17 giugno 2017 partecipano come band di apertura nella terza giornata dell'iDays di Monza al fianco dei Nothing but Thieves, Sum 41, Blink 182 e Linkin Park. Il 26 ottobre 2017 esce il secondo singolo Meno male che ci sei tu con la collaborazione di Francesco Motta.

Il 25 maggio 2018, all'interno di un progetto benefico a sostegno delle realtà che combattono il cancro[2], la band ha pubblicato una nuova versione de "La fine della chemio" con i contributi vocali di Jovanotti, Tre Allegri Ragazzi Morti, Manuel Agnelli, Samuel, Elisa, Meg, Lo Stato Sociale, Pierpaolo Capovilla e Prozac+. I proventi sono stati poi devoluti in parte all'A.N.D.O.S. di Pordenone, associazione donne operate al seno, un gruppo di volontarie molto attive sul campo; in parte alla squadra di canoa “Donne in Rosa Lago Burida”, donne operate che attraverso lo sport divulgano il loro motto: “Insieme si vince sempre”.

Paura e l'AmoreModifica

L'8 marzo 2019 esce il nuovo video Puoi ancora che anticipa il loro quinto album Paura e l'amore, uscito il 5 aprile 2019. Andando oltre i passamontagna che indossano, i Sick Tamburo completano il percorso iniziato con “Senza vergogna” del 2014 e “Un giorno nuovo” del 2017. “È una trilogia a tutti gli effetti – ammette Accusani – nel primo i miei personaggi tentano di accettare le diversità di cui sono portatori. “Un giorno nuovo” fu una liberazione: è un disco che racconta la battaglia di Elisabetta contro il cancro. È da lì che inizia a intravvedersi una luce che filtra in modo deciso su questo ultimo progetto”. È stata quella guerra, ancora oggi non conclusa, a cambiare in modo radicale la direzione della band.[3]

Il 10 aprile 2019 esce il nuovo video musicale, nonché secondo singolo, Baby Blu. Il video è stato girato dai Sick Tamburo stessi, "ispirati dalla voglia di ballare del più giovane del gruppo"; il bambino non è altri che il figlio di Elisabetta Imelio.[4]

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

EPModifica

SingoliModifica

  • 2009 - Il mio cane con tre zampe
  • 2009 - Parlami per sempre
  • 2011 - E so che sai che un giorno
  • 2012 - La mia mano sola
  • 2014 - Il fiore per te
  • 2014 - L'uomo magro
  • 2017 - Un giorno nuovo
  • 2017 - Meno male che ci sei tu (feat. Motta)
  • 2018 - La fine della chemio
  • 2019 - Puoi ancora
  • 2019 - Baby Blu

VideografiaModifica

  • Il mio cane con tre zampe (2009), regia di Stefano Poletti
  • Parlami per sempre (2009), regia di Stefano Poletti
  • E so che sai che un giorno (2011), regia di Stefano Poletti
  • Con le tue mani sporche (2012), regia di Stefano Poletti
  • La mia mano sola (2012), regia di Davide Toffolo
  • Il fiore per te (2014), regia di Stefano Poletti
  • L'uomo magro (2014), regia di Stefano Poletti
  • Un giorno nuovo (2017), regia di Stefano Poletti
  • Meno male che ci sei tu (feat. Motta) (2017), regia di Stefano Poletti
  • Puoi ancora (2019), regia di Stefano Poletti
  • Baby Blu (2019), regia di Sick Tamburo
  • Il più ricco del cimitero (2019), montaggio di Valentino Forlini

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock