Apri il menu principale

DescrizioneModifica

Ha un corpo compresso lateralmente, lungo 35–40 cm[2]. La livrea è grigiastra con una diffusa maculatura grigio-brunastra; la pinna dorsale, anale e caudale sono bordate di giallo; la dorsale presenta 13 raggi spinosi[3].

BiologiaModifica

Sulle pinne sono presenti ghiandole che secernono una sostanza mucosa in grado di causare acuto dolore al solo contatto.[2]

AlimentazioneModifica

È una specie erbivora[2].

RiproduzioneModifica

Gli adulti si muovono caratteristicamente in coppia. Le forme giovanili formano colonie di una decina di esemplari, che vivono in prossimità degli estuari fluviali, riparandosi tra le radici delle mangrovie[2].

Distribuzione e habitatModifica

Questi pesci sono diffusi nelle barriere coralline dell'oceano Indo-Pacifico, da 1 a 30 m di profondità[1].

TassonomiaModifica

Sono note due sottospecie[2]:

  • Siganus stellatus laqueus
  • Siganus stellatus stellatus

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Siganus stellatus, WoRMS (World Register of Marine Species). URL consultato il 1º dicembre 2014.
  2. ^ a b c d e (EN) Siganus stellatus, su FishBase. URL consultato il 1º dicembre 2014.
  3. ^ (FR) Siganus stellatus - poisson-lapin étoilé, Sous les Mers. URL consultato il 1º dicembre 2014.

BibliografiaModifica

  • Helmut Debelius, Mar Rosso, Guida alla Fauna Corallina, Milano, Primaris, 1999, ISBN 9788885029507.

Altri progettiModifica