Apri il menu principale
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Sofferenza fetale
Specialitàostetricia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM768.2 e 768.4
ICD-10O68
MeSHD005316

L'espressione generica sofferenza fetale si riferisce alla presenza di segni clinici in una donna incinta[1] - prima o durante il parto - indicativi di possibili problematiche della salute del feto.

Sintomi e segniModifica

Sintomi e segni che indicano una sofferenza fetale includono:

Alcuni di questi riscontri sono più affidabili di altri per ipotizzare una compromissione fetale. Per esempio, la cardiotocografia può dare alti tassi di falsi positivi (ha quindi una bassa specificità), mentre l'acidosi metabolica ha valore predittivo più elevato.

EziologiaModifica

Possono esserci svariate cause di una sofferenza fetale. Le più comuni sono:

TrattamentoModifica

Generalmente si procede alla ricerca di segni e sintomi più specifici di sofferenza fetale, per poterli valutare e prendere le necessarie decisioni per risolvere le problematiche a monte. Spesso si rendono necessarie tecniche di rianimazione intrauterina.[2]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Fetal Distress, in Medical Subject Headings (MeSH), National Library of Medicine, 2009.
  2. ^ (EN) Kathleen Rice Simpson, Intrauterine Resuscitation During Labour, in Clinical Obstetrics And Gynecology, vol. 54, nº 1, marzo 2011, pp. 28-39.
  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Medicina