Sojuz T-11

missione spaziale del programma Sojuz
Sojuz T-11
Dati della missione
OperatoreProgramma spaziale sovietico
NSSDC ID1984-032A
SCN14872
Nome veicoloSojuz-T
VettoreLanciatore Sojuz
Codice chiamataЮпитер
(Jupiter - "Giove")
Lancio3 aprile, 1984
13:08:00 UTC
Luogo lancioBaikonur, rampa n.31
Atterraggio2 ottobre, 1984
10:57:00 UTC
Sito atterraggio145 km a sud-est di
Dzhezkazgan, RSS di Kazakistan
Durata181 giorni, 21 ore e 48 minuti
Proprietà del veicolo spaziale
Peso al lancio6 850 kg
CostruttoreRKK Energija
Parametri orbitali
Orbitaorbita terrestre bassa
Numero orbite2935
Apogeo224 km
Perigeo195 km
Periodo88.7 min
Inclinazione51,6°
Equipaggio
Numero3
Solo lancioJurij Vasil'evič Malyšev
Gennadij Michajlovič Strekalov
Rakesh Sharma
Solo atterraggioLeonid Denysovyč Kyzym
Vladimir Alekseevič Solovëv
Oleg Jur'evič At'kov
programma Sojuz
Missione precedenteMissione successiva
Sojuz T-10 Sojuz T-12

Sojuz T-11 è la denominazione di una missione della navicella spaziale Sojuz T verso la stazione spaziale sovietica Saljut 7 (DOS 6). Si trattò del cinquantesimo volo equipaggiato di questo velivolo spaziale, del settantaduesimo volo nell'ambito del programma Sojuz sovietico nonché dell'ottavo volo equipaggiato verso la predetta stazione spaziale – il sesto che riuscì effettivamente ad agganciarsi ed a visitare la predetta stazione spaziale a causa degli insuccessi delle precedenti missioni Sojuz T-8 e Sojuz T-10-1.

EquipaggioModifica

Posizione Equipaggio al lancio Equipaggio all'atterraggio
Comandante   Jurij Malyšev, Roscosmos
Secondo volo
  Leonid Kyzym, Roscosmos
Secondo volo
Ingegnere di volo   Gennadij Strekalov, Roscosmos
Terzo volo
  Vladimir Solovëv, Roscosmos
Primo volo
Cosmonauta Ricercatore   Rakesh Sharma, Intercosmos
Primo volo
  Oleg At'kov, Roscosmos
Primo volo

Equipaggio di riservaModifica

Posizione Equipaggio
Comandante   Anatolij Berezovoj, Roscosmos
Ingegnere di volo   Georgij Grečko, Roscosmos
Cosmonauta Ricercatore   Ravish Malhotra, Intercosmos

MissioneModifica

Questa missione, svoltasi nel corso del programma Intercosmos, portò il primo cosmonauta di origini indiane nello spazio: Rakesh Sharma. La missione si svolse analogamente alle altre missioni del programma e pertanto venne dedicata particolare attenzione all'osservazione dallo spazio del paese d'origine del cosmonauta ospite, nonché diversi esperimenti con materiali e prodotti tipici, in questo caso dell'India. Dopo quasi otto giorni di missione – anche questo ormai più che solito per le missioni Intercosmos (infatti la visita degli ospiti era precedentemente stata programmata di una durata di circa 7 giorni e 21,5 ore – con una tolleranza di solo +/- un'ora!) – l'equipaggio fece ritorno a terra a bordo della Sojuz T-10 lasciando la loro navicella a disposizione dell'equipaggio base della stazione spaziale Saljut 7.

Ulteriori dati di voloModifica

  • Atterraggio equipaggio originale: 11 aprile 1984 a bordo di Sojuz T-10 10:48 UTC 46 km ad est di Arqalyq, RSS di Kazakistan
  • Durata per l'equipaggio originale: 7 giorni, 21 ore, 41 min
  • Orbite terrestri per l'equipaggio originale: 126
  • Denominazione Astronomica Internazionale: 1984-32

I parametri sopra elencati indicato i dati pubblicati immediatamente dopo il termine della fase di lancio. Le continue variazioni ed i cambi di traiettoria d'orbita sono dovute alle manovre di aggancio. Pertanto eventuali altre indicazioni risultanti da fonti diverse sono probabili ed attendibili in considerazione di quanto descritto.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica