Differenze tra le versioni di "Ordini minori"

→‎Storia: risolta disambigua
m (aggiunto l'ambito degli ordini minori nelle Chiese tradizionaliste)
(→‎Storia: risolta disambigua)
# '''[[Esorcista]]''': chi riceveva questo ordine minore era incaricato di recitare particolari preghiere sui [[catecumeno|catecumeni]] prima del loro [[battesimo]], sia in casi speciali sugli "[[possessione|energumeni]]", cioè su coloro che erano ritenuti posseduti dal [[Satana|diavolo]] (in realtà, questi erano gli incarichi di colui che veniva ordinato esorcista, soltanto durante il primo millennio della storia del cristianesimo; con il mutare dei tempi, fino alla riforma voluta dal Concilio Vaticano II, l'ordinazione all'esorcistato divenne puramente formale: nessun seminarista poco più che ventenne era davvero incaricato di praticare esorcismi, riservati invece a preti incaricati appositamente dal vescovo<!-- Anche l'incarico durante il battesimo? -->).
# '''[[Accolito]]''': abilitava al servizio dell'[[altare]], soprattutto nella [[messa]].
# '''[[Suddiacono]]''': le chiese di [[rito bizantino]] considerano il suddiaconato un ordine minore, mentre la chiesa latina lo ha considerato, fino al Concilio Vaticano II, un ordine maggiore. Sulla natura di questo ministero si ebbero accanite discussioni, soprattutto al tempo della [[Scolastica (filosofia)|Scolastica]], per stabilire se appartenesse agli ordini maggiori o minori. A partire da questo ordine era richiesto nella [[chiesa latina]] l'obbligo del [[celibato]] e della recita del [[Breviario romano|breviario]].
 
== Nella Chiesa cattolica di rito latino dopo il Concilio Vaticano II ==