Spurio Furio Medullino (tribuno consolare 378 a.C.)

tribuno consolare nel 378 a.C.
Spurio Furio Medullino
Nome originaleSpurius Furius Medullinus
GensFuria
Tribunato consolare378 a.C.

Spurio Furio Medullino (... – ...) è stato un politico e militare romano.

Tribunato consolareModifica

Nel 378 a.C. fu eletto tribuno consolare con Quinto Servilio Fidenate, Licinio Menenio Lanato, Marco Orazio Pulvillo, Publio Clelio Sículo e Lucio Geganio Macerino[1].

Mentre a Roma Patrizi e Plebei dibattevano sulla questione dei cittadini romani condotti in schiavitù, a causa dei debiti non onorati, i Volsci iniziarono a razziare la campagna romana.

Subito fu organizzata una campagna militare, e l'esercito fu diviso in due; Spurio e Marco Orazio entrarono nel territorio dei Volsci lungo la fascia costiera, mentre Quinto Servilio e Lucio Geganio guidavano l'esercito, seguendo una direttrice più interna.

Poiché i Volsci rifiutarono il combattimento in campo aperto, i Romani si limitarono a saccheggiarne le campagne.

NoteModifica

  1. ^ Tito Livio, Ab Urbe condita, VI, 3, 31.

Collegamenti esterniModifica