Stadion Grbavica
Dolina Ćupova
Stadion Grbavica - panoramio.jpg
Informazioni
StatoBosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
UbicazioneZvornička 27
Sarajevo
Inizio lavori1949
Inaugurazione1953
Pista d’atleticaNon presente
Mat. del terrenoErboso
Dim. del terreno105m x 66m
ProprietarioŽeljezničar
Uso e beneficiari
CalcioŽeljezničar (1953-1968, 1976-oggi)
Capienza
Posti a sedere13449
Mappa di localizzazione

Coordinate: 43°50′48″N 18°23′14″E / 43.846667°N 18.387222°E43.846667; 18.387222

Lo stadio Grbavica (in bosniaco, Stadion Grbavica) è uno stadio calcistico situato nell'omonimo quartiere di Grbavica, a Sarajevo.

È lo stadio di casa dello Željezničar, una delle principali squadre della Bosnia ed Erzegovina. Il club è anche proprietario dell'impianto.

StoriaModifica

La costruzione del Grbavica iniziò nel 1949 ad opera del club sportivo SD Željezničar. La struttura è stata approvata dalle autorità locali nonostante la presenza nella capitale di altri terreni di gioco, tra cui il nuovo stadio Koševo (oggi stadio Asim Ferhatović Hase). Tuttavia, a differenza del Koševo che era stato costruito con un generoso apporto statale, alla costruzione del Grbavica erano state destinate minori risorse umane. L'inaugurazione è avvenuta il 13 settembre 1953 con la sfida valida per la seconda serie jugoslava tra Željezničar e Šibenik, vinta dalla squadra di casa con il punteggio di 4-1.[1]

 
Danni post-bellici nel 1996

Nel 1968 ebbe inizio una lunga parentesi durante la quale lo stadio fu rinnovato. Per questi lavori furono utilizzati circa 50.000 m³ di materiali. Furono inoltre installati i riflettori, vennero creati due campi da gioco minori in prossimità dell'impianto, così come furono introdotti nuovi spogliatoi, docce e altri importanti servizi. Oltre a ciò, fu rimossa la pista di atletica che era già presente nel 1953. La riapertura avvenne circa 8 anni dopo, in data 25 aprile 1976.[1]

Il 1986 fu l'anno della costruzione della tribuna nord. Come risultato di questo ampliamento, nell'ottobre 1987 la nazionale jugoslava giocò per la prima volta al Grbavica, vincendo 3-0 una gara delle qualificazioni a Euro 88 contro l'Irlanda del Nord.

Durante la Guerra in Bosnia ed Erzegovina scoppiata nel 1992, lo stadio è stato oggetto di gravi devastazioni: la tribuna ovest per esempio è stata data alle fiamme dai serbo-bosniaci, mentre altre parti dello stadio furono minate. La partita successiva, che è stata il derby contro l'FK Sarajevo, si è disputata nel 1996 (1-1 il risultato finale).[2]

Nel corso degli anni a seguire l'impianto è stato ulteriormente rimodellato.

Il 13 febbraio 2012, dopo una decina di giorni di pesanti nevicate, una parte della copertura della tribuna ovest è crollata a causa di una cattiva manutenzione, della mancata rimozione della neve e anche dei danni risalenti agli anni della guerra.

 
Lo stadio nel 2017

Nell'aprile 2017 sono terminati i lavori di ricostruzione della nuova tribuna est, ora composta da 4650 posti tutti a sedere. La capienza ufficiale è così passata a 13.449 posti.[3]

NoteModifica

  1. ^ a b (BS) Stadion Grbavica, fkzeljeznicar.ba.
  2. ^ (BS) Prije 24 godine miniran i zapaljen stadion Grbavica, oslobodjenje.ba, 3 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2016).
  3. ^ (BS) Otvaranje istočne tribine Stadiona Grbavica, fkzeljeznicar.ba, 27 marzo 2017.

Altri progettiModifica