Apri il menu principale

Stanley A. McChrystal

militare statunitense

BiografiaModifica

McChrystal è nato il 14 agosto 1954 quartogenito di una famiglia con cinque figli maschi e una femmina[1]. Suo padre, Herbert J. McChrystal Jr., servì l'esercito statunitense durante l'occupazione alleata in Germania[1].

Si è diplomato all'Accademia di West Point nel 1976[1], e da allora ha partecipato a numerose operazioni, tra cui la Guerra del Golfo nel 1991[1].

Il 15 giugno 2009 viene incaricato del comando delle truppe NATO in Afghanistan[2].

Nel giugno 2010 Rolling Stone pubblica un'intervista a McChrystal[3], in cui il generale si esprime in maniera aspramente polemica sull'amministrazione di Barack Obama[2]. McChrystal viene così convocato a colloquio col presidente a Washington[2], dove il 23 giugno successivo viene resa nota la sua rimozione dall'incarico, assegnato al generale David Petraeus[4].

A lui è ispirato il film del 2017 War Machine, diretto da David Michôd e interpretato da Brad Pitt.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e (EN) Elizabeth Bumiller, Mark Mazzetti, A General Steps From the Shadows, The New York Times, 12 maggio 2009. URL consultato il 23 giugno 2010.
  2. ^ a b c Il generale McChrystal si dimette dopo le critiche contro Washington, Corriere della Sera, 10 giugno 2010. URL consultato il 23 giugno 2010.
  3. ^ (EN) Michael Hastings, The Runaway General, Rolling Stone, 22 giugno 2010. URL consultato il 23 giugno 2010.
  4. ^ (EN) Obama relieves McChrystal of command, NBC News, 23 giugno 2010. URL consultato il 23 giugno 2010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN103582299 · ISNI (EN0000 0000 7348 4609 · LCCN (ENno2009201339 · GND (DE1031696113 · WorldCat Identities (ENno2009-201339