Apri il menu principale
Montirone
stazione ferroviaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàMontirone
Coordinate45°27′04.62″N 10°14′21.59″E / 45.451283°N 10.23933°E45.451283; 10.23933Coordinate: 45°27′04.62″N 10°14′21.59″E / 45.451283°N 10.23933°E45.451283; 10.23933
Lineeferrovia Brescia-Parma
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante
Stato attualein uso
OperatoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1893
Binari2

La stazione di Montirone è una stazione ferroviaria posta sulla linea Brescia-Parma. Serve il centro abitato di Montirone.

Indice

StoriaModifica

La costruzione della stazione di Montirone risale al 1º agosto 1893, anno di attivazione della tratta fra San Zeno e Piadena della ferrovia Brescia-Parma; per la sua realizzazione, allora sotto forma di semplice fermata, fu individuata un'area adiacente alla strada comunale per Castenedolo, all'uopo ribattezzata via Stazione.

L'impianto fu affidato alla Rete Adriatica con esercizio svolto a cura della Società Meridionale, che svolse tale funzione fino al 1905, anno in cui la stazione passò alle neocostituite Ferrovie dello Stato.

Il raddoppio dei binari e la conseguente trasformazione in stazione risale al 1976[1].

Nel 2000, la società Rete Ferroviaria Italiana subentrò alle FS nell'esercizio della stazione e, sotto tale gestione, l'intera linea fu dotata del sistema d'esercizio con Dirigente Centrale Operativo; il relativo apparato ACEI di stazione fu attivato il 14 dicembre 2008[2].

Strutture e impiantiModifica

La stazione, dotata di due binari con marciapiede per il servizio viaggiatori, è dotata, lato nord, di un raccordo in disuso con le acciaierie Stefana.

MovimentoModifica

La stazione di Montirone è servita dai treni regionali della relazione Brescia-Parma, eserciti da Trenord cadenzati a frequenza oraria[3] nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Lombardia.

NoteModifica

  1. ^ Ordine di servizio n. 63 del 1976 - Ferrovie dello Stato, notizia su Relazione per l'anno 1976, Azienda autonoma delle ferrovie dello Stato, 1977, p. 149. Parzialmente consultabile su Google books.
  2. ^ RFI SpA. Circolare Compartimentale MI 66/2008. p. 2.
  3. ^ Orario ufficiale Trenitalia, quadro 196

BibliografiaModifica

  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 34.

Voci correlateModifica