Treno regionale (Italia)

categoria di servizio dei treni italiani

Treno regionale (individuato dalla sigla R o REG sull'orario ferroviario) è una categoria di servizio dei treni in Italia.

Si tratta di servizi gestiti da amministrazioni ferroviarie regionali, quindi classificati tra i mezzi di trasporto pubblico locale, che effettuano servizio all'interno di una medesima regione oppure a cavallo tra regioni contigue.

StoriaModifica

La denominazione di treno regionale venne introdotta dalle Ferrovie dello Stato con il cambio d'orario del 23 maggio 1993, in sostituzione della precedente denominazione di treno locale[1].

Il decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 422, conferì alle regioni funzioni e compiti relativi al trasporto pubblico locale, a norma dell'articolo 4, comma 4 della legge 15 marzo 1997, n. 59 anche relativamente a quello ferroviario. Divenuto materia di competenza esclusiva delle Regioni, in seguito alla riforma del titolo V della Costituzione, dal 2001 queste, delegate dallo Stato, iniziarono a stipulare contratti di servizio con i quali si impegnano a corrispondere agli operatori ferroviari contributi commisurati alla quantità dei servizi richiesti. Lo Stato stesso, invece, contrattualizza i propri contributi per i servizi di lunga percorrenza ritenuti di pubblica utilità.

Nell'inverno del 2006 le precedenti categorie di treno interregionale e treno diretto, anch'esse di competenza regionale, sono state anch'esse integrate tutte nella categoria di treno regionale.

Con l'entrata in vigore dell'orario 2011 (dal 12 dicembre 2010) è stata introdotta la categoria regionale veloce (RV), che solitamente viene assegnata agli ex treni interregionali e diretti.

Caratteristiche e materiale rotabileModifica

 
Treno regionale Trenitalia formato da carrozze Medie Distanze a Venezia Santa Lucia

I treni regionali effettuano solitamente tutte o quasi tutte le fermate della linea percorsa; in genere le fermate escluse sono quelle meno importanti oppure quelle effettuate da altri treni sulla stessa tratta. Nelle linee a traffico più intenso sono realizzati solitamente con convogli composti da una locomotiva ed un numero variabile di carrozze, in genere da 4 a 10 per quanto riguarda le carrozze monopiano e da 2 a 7 per le carrozze a due piani. Sulle linee ferroviarie meno trafficate sono spesso realizzati con automotrici (leggere o pesanti) singole o a comando multiplo.

La numerazione è compresa fra 1700 e 1899, tra 2000 e 7999, tra 10000 e 12999, tra 20000 e 25499.

Lista del materiale rotabile dal 2004Modifica

Costruttori:
1ª serie: Corifer
2ª serie: AnsaldoBreda
2ª serie: Hitachi Rail Italy

Costruttori: FIAT, Sofer, O.ME.CA.

ALe/ALn 501 e ALe/ALn 502
Costruttore: Alstom

ETR 324, ETR 425 ed ETR 526
Costruttore: Alstom

ATR 220 tr
Costruttore: Pojazdy Szynowe Pesa Bydgoszcz

ETR 103 o ETR 104
Costruttore: Alstom

ETR 421, ETR 521 ed ETR 621
Costruttore: Hitachi Rail

Costruttore: Hitachi Rail

HTR 312/412

Costruttore: AnsaldoBreda, Breda Costruzioni Ferroviarie, ABB, Firema

NoteModifica

  1. ^ Treni espressi in declino, in "I Treni Oggi" n. 137 (maggio 1993), pp. 5-7.

Voci correlateModifica