Stazione di Roccaraso

stazione ferroviaria italiana
Roccaraso
stazione ferroviaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàRoccaraso
Coordinate41°51′02.52″N 14°04′45.12″E / 41.8507°N 14.0792°E41.8507; 14.0792Coordinate: 41°51′02.52″N 14°04′45.12″E / 41.8507°N 14.0792°E41.8507; 14.0792
LineeFerrovia Sulmona-Isernia
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante
Stato attualepriva di traffico ordinario; solo traffico turistico
Attivazione1897
Binari3 + 3 tronchi
Interscambiautobus

La stazione di Roccaraso è una stazione ferroviaria della ferrovia Sulmona-Isernia a servizio dell'omonimo comune.

StoriaModifica

La stazione di Roccaraso venne attivata il 18 settembre 1897.

Strutture e impiantiModifica

La stazione è gestita da Rete Ferroviaria Italiana (RFI), che la colloca nella categoria "Bronze".[1] Il fabbricato viaggiatori si sviluppa su due livelli ed è tinteggiato di giallo. Il piano terra ospita i servizi per i viaggiatori quali la sala d'attesa e la biglietteria, mentre il primo piano è abitato da privati. Il fabbricato viaggiatori è affiancato (lato Sulmona) da un magazzino merci.

Il piazzale si compone di tre binari più tre binari tronchi. Nel dettaglio:

  • Binario tronco: si trova a lato del piano caricatore del magazzino merci e veniva utilizzato per lo scalo merci. Ora viene utilizzato occasionalmente come binario di sosta per i treni addetti alla manutenzione della ferrovia;
  • Binario 1: è il binario di precedenza (è il binario di tracciato deviato) e viene utilizzato per effettuare gli incroci tra i treni. Superato lo scambio (lato Isernia) che lo fa confluire nel 2º binario, termina in realtà con un tratto di tronchino;
  • Binario 2: è il binario di corsa (è il binario di corretto tracciato);
  • Binario 3: è il binario di precedenza (è il binario di tracciato deviato) e viene utilizzato per effettuare gli incroci tra i treni. Superato lo scambio (lato Isernia) che lo fa confluire nel 2º binario, termina in realtà con un tratto di tronchino;
  • Binari tronchi 4 e 5: vengono utilizzati occasionalmente come binari di sosta per i treni addetti alla manutenzione della ferrovia.

I binari 1 e 2 sono separati da una banchina mediana, cui vi si accede attraversando una passerella ferroviaria. Ad una estremità di tale banchina (lato Sulmona) vi è una colonna idraulica che veniva utilizzata in passato per rifornire di acqua i tender delle locomotive a vapore che si fermavano in stazione.

MovimentoModifica

Dall'11 dicembre 2011 i treni che effettuano il servizio ordinario sull'intera linea ferroviaria risultano sospesi.[2][3]

Dal 17 maggio 2014 la stazione è servita occasionalmente da treni turistici organizzati dalla Fondazione FS Italiane e dall'associazione culturale no-profit Le Rotaie.[4]

ServiziModifica

  •   Biglietteria a sportello
  •   Sala d'attesa

InterscambiModifica

  •   Fermata autobus

NoteModifica

  1. ^ Stazioni del compartimento di Ancona (PDF), su RFI, 19 dicembre 2008. URL consultato il 27 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2018).
  2. ^ Giancarlo Scolari e David Campione, Cala il sipario sulla Sulmona-Castel di Sangro, in ferrovie.it, 11 dicembre 2011.
  3. ^ Sulmona-Carpinone: come si uccide una ferrovia - Stagniweb
  4. ^ Fondazione FS Italiane: il progetto "Binari senza tempo"

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica