Stephen Kinnock

politico britannico
Stephen Kinnock
Official portrait of Stephen Kinnock MP crop 3.jpg
Stephen Kinnock nel 2020

Ministro ombra per l'Asia e il Pacifico
In carica
Inizio mandato 9 aprile 2020
Capo del governo Sir Keir Starmer
(come Leader dell'opposizione)
Predecessore Afzal Khan
(Asia centrale e meridionale)
Successore Lloyd Russell-Moyle
(Asia orientale e Pacifico)

Consorte del Ministro di Stato della Danimarca
Durata mandato 3 ottobre 2011 –
28 giugno 2015
Capo del governo Helle Thorning-Schmidt
Predecessore Sólrun Løkke Rasmussen
Successore Sólrun Løkke Rasmussen

Dati generali
Prefisso onorifico onorevole
Partito politico Laburista
Università Queens' College (Cambridge)
Collegio d'Europa

Stephen Nathan Kinnock (Tredegar, 1º gennaio 1970) è un politico britannico del Partito Laburista.

BiografiaModifica

 
Stephen Kinnock parla alla Conferenza del Partito Laburista 2016 a Liverpool.

Nato da genitori attivi in politica per il Partito Laburista del Galles (il padre Neil Kinnock, ex leader laburista e la madre Glenys Kinnock),[1][2] Stephen Kinnock ha studiato letteratura moderna al Queens' College di Cambridge, e ha ottenuto una master presso il Collegio d'Europa.

È sposato dal 1996 con Helle Thorning-Schmidt, primo ministro danese tra il 2011 e il 2015. La coppia ha avuto due figlie,[3] di nome Johanna e Camilla. Trascorre la settimana nel Regno Unito e ritorna per vedere moglie e figli in Danimarca nei fine settimana.

Fu accusato di evasione fiscale da un tabloid danese,[4] per il fatto di aver avuto la residenza in Svizzera, nonostante fosse sposato con una politica danese e strascorresse molto tempo in Danimarca.

Deputato e ministro ombra per l'Asia e il PacificoModifica

Dal 7 maggio 2015 è deputato alla Camera dei comuni per il collegio di Aberavon. Il 9 aprile 2020 assume l'ufficio di ministro ombra per l'Asia e il Pacifico sotto il nuovo leader dell'opposizione Keir Starmer.

NoteModifica

  1. ^ (DA) Stephen Kinnock og spørgsmålet om beskatning i Danmark (PDF), su journalistforbundet.dk, The Danish Union of Journalists, 28 agosto 2010. URL consultato il 20 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 15 dicembre 2011).
  2. ^ (EN) Andreyeva, Yelena, British Council Chief Imparts Value of Internationalism, in The St. Petersburg Times, St. Petersburg, 28 novembre 2006. URL consultato il 20 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2015).
    «Born in 1970 in a small town named Tredegar in South Wales [...]»
  3. ^ (EN) Profile: Danish PM-elect Helle Thorning-Schmidt, in BBC News, 16 settembre 2011. URL consultato il 20 aprile 2020 (archiviato l'11 maggio 2015).
  4. ^ (DA) B.T. afslører Helle Thorning og manden : Scorer kassen i skattely Archiviato il 26 giugno 2010 in Internet Archive., BT, 23 giugno 2010

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica