Stretto di Tsushima

Lo stretto di Tsushima, indicato anche come stretto di Tsu Shima o stretto di Tsu-Shima (in giapponese: 対馬海峡 Tsushima Kaikyō?[1]; in coreano: 쓰시마 해협?, sseu-si-ma hae-hyeopLR), è la parte orientale dello stretto di Corea, situato tra la Corea e il Giappone; lo stretto mette in comunicazione il Mar del Giappone con il Mar Cinese Orientale.

Lo stretto di Tsushima rappresenta la parte orientale dello stretto di Corea

Lo stretto è la parte orientale e più ampia del canale a est e sudest dell'isola di Tsushima, con le isole giapponesi di Honshū a est e nordest, Kyūshū e le isole Gotō a sud e sudest. Si restringe a sudest di Shimono-shima, la punta meridionale di Tsushima per la restrizione dovuta all'isola Iki, che si trova nello stretto in prossimità dell'estremità di Honshū. A sud di questo punto il Mare interno di Seto mescola le sue acque attraverso lo stretto di Kanmon tra Honshū e Kyūshū, con quelle dello stretto di Tsushima, dando luogo a una delle più trafficate vie marittime commerciali del mondo.

Tra il 27 e il 28 maggio 1905 vi fu combattuta la Battaglia di Tsushima, che vide contrapposte le forze della Flotta imperiale russa e quelle della Marina imperiale giapponese.

NoteModifica

  1. ^ In Giappone la dizione "stretto di Tsushima" generalmente si riferisce all'intero stretto di Corea, dalla penisola coreana a Kyūshū. La porzione orientale qui indicata come "stretto di Tsushima" viene indicata in giapponese come "canale orientale dello stretto di Tsushima" (対馬海峡東水道 Tsushima Kaikyō higashi-suidō?).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Coordinate: 34°00′27″N 129°29′24″E / 34.0075°N 129.49°E34.0075; 129.49

Controllo di autoritàVIAF (EN235177883