Apri il menu principale

James Buckley Stringer Davis (Birkenhead, 4 giugno 1899Chalfont St Giles, 29 agosto 1973) è stato un attore britannico.

È noto soprattutto per essere stato il marito di Margaret Rutherford, con cui interpretò alcune trasposizioni sullo schermo di Miss Marple, il personaggio creato dalla penna della giallista Agatha Christie.

Indice

BiografiaModifica

Stringer Davis nacque a Birkenhead, nel Cheshire, Inghilterra.

Sin dalla gioventù dimostrò tendenze bisessuali[1], ma tali voci sembrarono acquietarsi quando nel 1945 egli sposò l'attrice e compagna di lavoro Margaret Rutherford, con la quale continuò la propria professione di attore caratterista[2]. Il matrimonio fu felice e i due rimasero uniti sino alla morte di lei nel 1972.

Davis è conosciuto dal grande pubblico principalmente per i suoi ruoli di spalla in vari film e serie televisive, ove solitamente interpretava il ruolo del vecchio gentiluomo inglese. Nei quattro film in cui la Rutherford interpretò Miss Marple, tre dei quali tratti da romanzi di Agatha Christie, Davis recitò nei panni di "Mr. Stringer" accanto alla moglie, della quale si dice fosse particolarmente geloso: per esempio, dopo che un alligatore aveva attaccato il proprio guardiano durante le riprese del film An Alligator Named Daisy (1955), nel quale recitava anche la Rutherford, egli si presentò al fianco del cameraman con un lungo cappotto sotto il quale portava un grande martello[2].

Morì a Chalfont St Giles nel 1973, un anno dopo la scomparsa dell'adorata moglie. I due coniugi sono sepolti insieme nel cimitero della St. James's Church, a Gerrards Cross, nel Buckinghamshire.

Filmografia parzialeModifica

TelevisioneModifica

Doppiatori italianiModifica

  • Gino Baghetti in Assassinio sul treno, Assassinio al galoppatoio, Assassinio sul palcoscenico, Assassinio a bordo

NoteModifica

  1. ^ Andy Merriman, Margaret Rutherford: Dreadnought with Good Manners (London: Aurum Press,; ISBN 9781845134457), 2009. Vedi anche Merriman in Radio Times, 4–10 giugno 2011, in riferimento alla frase "non risolutamente eterosessuale"
  2. ^ a b Radio Times, loc.cit.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN15068417 · ISNI (EN0000 0000 4556 8901 · LCCN (ENno2008022992 · GND (DE172736978 · BNF (FRcb151094547 (data) · WorldCat Identities (ENno2008-022992