Apri il menu principale
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La stuccocheratosi è una condizione comune della cute, ad andamento benigno, caratterizzata da un tipo di lesione sbiadita od opaca. Dal punto di vista istologico, la lesione si presenta come una struttura a composizione collagenica da cui si dipartono svariate protuberanze - a forma di guglia - di cellule epidermiche.[1][2] Sono generalmente presente in contemporanea più lesioni in uno stesso individuo. Le lesioni stuccocheratosiche hanno un colore che va dal marrone chiaro al biancastro, e presentano un diametro non superiore a pochi millimetri. Spesso queste lesioni vengono riscontrate sulla cute della regione distale della tibia, delle caviglie e dei piedi. La stuccocheratosi rappresenta una delle tipologie conosciute della cheratosi seborroica. Una volta rilevata la presenza di lesioni stuccocheratosiche, non è necessario alcun particolare trattamento.

NoteModifica

  1. ^ Freedberg, Fitzpatrick's Dermatology in General Medicine, 6ª ed., McGraw-Hill, 2003, p. 769, ISBN 0-07-138076-0.
  2. ^ James, William D. e Berger, Timothy G., Andrews' Diseases of the Skin: clinical Dermatology, Saunders Elsevier, 2006, p. 639, ISBN 0-7216-2921-0.
  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina