Suore francescane di Maria Immacolata

Le Suore Francescane di Maria Immacolata (in spagnolo Hermanas Franciscanas de María Inmaculada) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: i membri di questa congregazione, dette anche Cappuccine di Túquerres, pospongono al loro nome la sigla F.M.I.[1]

Cenni storiciModifica

Il 31 marzo 1893 un gruppo di sette suore cappuccine svizzere guidata da Maria Josefa Karolina Brader (1860-1943), su invito del vescovo di Pasto, lasciò il convento di Chone, in Ecuador, e si stabilì a Túquerres, in Colombia: il 6 settembre 1893 il vescovo rese autonomo il nuovo convento dalla casa madre ed eresse la comunità di Túquerres in congregazione di diritto diocesano.[2]

L'istituto, aggregato all'Ordine dei Frati Minori Cappuccini dal 17 novembre 1906, ottenne il pontificio decreto di lode il 25 novembre 1922.[2]

La fondatrice (in religione, madre Maria Carità) è stata beatificata da papa Giovanni Paolo II nel 2003.[3]

Attività e diffusioneModifica

Le Francescane di Maria Immacolata si dedicano principalmente all'istruzione e all'educazione cristiana della gioventù, soprattutto delle fanciulle povere.[2]

Oltre che in Ecuador, sono presenti in Cile, Colombia, Italia, Messico, Perù, Venezuela:[4] la sede generalizia è a Bogotà.[1]

Al 31 dicembre 2005 l'istituto contava 614 religiose in 103 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2007, p. 1595.
  2. ^ a b c DIP, vol. IV (1977), coll. 321-322, voce a cura di Mariano d'Alatri.
  3. ^ Riti di beatificazione approvati dal Giovanni Paolo II, su vatican.va. URL consultato il 29-6-2009.
  4. ^ ¿Dónde estamos?, su franciscanasecuador.org. URL consultato il 29-6-2009 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2009).

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN144608250 · LCCN (ENno2005076862 · WorldCat Identities (ENno2005-076862
  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo