Swiss Music Awards 2011

Swiss Music Awards 2011
Periodo3 marzo 2011
SedeZurigo, presso la Schauspielhaus Schiffbau
PresentatoreMelanie Winiger e Marco Fritsche
Trasmissione TVProSieben, Rouge TV
PartecipantiVedere sotto
VincitoreVedere sotto
Cronologia
20102012

La 4ª edizione degli Swiss Music Awards si è tenuta il 3 marzo 2011 a Zurigo, Svizzera trasmessa il giorno dopo dalla Schauspielhaus Schiffbau sui canali ProSieben e Rouge TV. È stata condotta dall'attrice e modella Melanie Winiger e dal giornalista Marco Fritsche.

Il protagonista della serata è stato il cantante svizzero-tedesco Bligg che ha vinto 2 dei premi più ricercati: Miglior canzone nazionale e Miglior album urbano nazionale.

Gli artisti esibitisi sul palco sono stati: Bligg, Adrian Stern, TinkaBelle, Unheilig, Grégoire, e Polo Hofer.

PremiModifica

I vincitori della categoria sono evidenziati in grassetto.

Miglior canzone nazionaleModifica

Miglior canzone internazionaleModifica

Miglior album pop/rock nazionaleModifica

Miglior album pop/rock internazionaleModifica

Miglior album urbano nazionaleModifica

Miglior album urbano internazionaleModifica

Rivelazione nazionaleModifica

Rivelazione internazionaleModifica

Miglior album dance nazionaleModifica

Miglior talento nazionaleModifica

Premio della giuria (Outstanding Archiviement)Modifica

Premio postumoModifica

Per la prima volta dalla loro fondazione nel 2008 è stato assegnato un altro premio postumo per 1 artista svizzero che si è distinto particolarmente per aver portato la musica svizzera nel mondo.

Il Tribute Award è stato vinto da Steve Lee, cantante dei Gotthard deceduto il 5 ottobre 2010 in un incidente motociclistico vicino a Las Vegas (USA). Al suo posto a ritirare il premio sono saliti sul palco gli amici e membri del gruppo, Leo Leoni e Marc Lynn.
L'oratore speciale per annunciare questo premio è stato Jon Lord, celebre ex-tastierista del hard n' heavy band dei Deep Purple e grande amico della band.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione