Apri il menu principale

Talciona

località del comune italiano di Poggibonsi
Talciona
frazione
Talciona – Veduta
Panorama di Talciona
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Siena-Stemma.svg Siena
ComunePoggibonsi-Stemma.png Poggibonsi
Territorio
Coordinate43°27′51.12″N 11°11′23.78″E / 43.4642°N 11.18994°E43.4642; 11.18994 (Talciona)Coordinate: 43°27′51.12″N 11°11′23.78″E / 43.4642°N 11.18994°E43.4642; 11.18994 (Talciona)
Abitanti59 (2011)
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Talciona
Talciona

Talciona (già Talcione)[1] è una località del comune italiano di Poggibonsi, nella provincia di Siena, in Toscana.

Indice

Geografia fisicaModifica

Talciona è situata in un'area agricola a 238 m d'altitudine,[2] a est del centro di Poggibonsi, raggiungibile con una deviazione dalla strada provinciale 103 di Castagnoli che collega Poggibonsi a Castellina in Chianti. La località è compresa tra i corsi d'acqua del fosso Bacio (5 km),[3] che lo divide dal borgo di Luco, e del fosso di Talciona (2 km).[4][2][5]

Il borgo dista 5 km dal capoluogo comunale e circa 30 km da Siena.

StoriaModifica

Il borgo di Talciona è documentato nel 998 tra i possedimenti che il marchese Ugo di Toscana cedeva all'abbazia di Marturi da lui fondata.[1] Fin dall'XI secolo fu sede di un castello, prima compreso nel contado senese e successivamente in quello fiorentino, ricordato in un atto di donazione del 1089, mentre nel 1104 vi risultava rogato un lodo di demarcazione tra Firenze e Siena.[1] Nel XII secolo vi ebbero signoria i conti Guidi, come rammentato ina una sottoscrizione di beni del 1156 tra il conte Guido Guerra II e l'abate di Marturi, e il borgo divenne sede di una comunità di canonici.[1] Il 26 febbraio 1233 il priore di Talciona venne nominato delegato papale.[6]

Dopo la fondazione del castello di Poggiobonizzio, una parte del popolo di Talciona venne obbligato a risiedervi e dal 18 giugno 1188 il priore di Talciona ottenne la facoltà di officiare per il suo popolo. Il popolo di Talciona si sottomise al proposto di Martùri l'8 giugno 1203.[6]

Nel 1833 il borgo di Talciona contava 152 abitanti.[1]

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

L'edificio di maggiore interesse della frazione è l'antica chiesa di Santa Maria, già attestata nell'XI secolo, il cui edificio, ad aula rettangolare coperta a tetto e conclusa da un'abside, è databile intorno al XIII secolo.[2] Sull'architrave della porta si trova una scultura raffigurante l'Adorazione dei Magi datata 1234,[2] mentre all'interno è conservato un tabernacolo in terracotta invetriata policroma attribuito a Giovanni e Andrea della Robbia.[6] La parrocchia di Talciona si estende su un territorio di 280 abitanti.[7]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Emanuele Repetti, «Talciona» in Dizionario geografico fisico storico della Toscana, vol. 5, Firenze, pp. 499–500.
  2. ^ a b c d Guide d'Italia. Toscana, Milano, Touring Club Italiano, 2012, p. 610.
  3. ^ Fosso Bacio, su sira.arpat.toscana.it. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  4. ^ Fosso di Talciona, su sira.arpat.toscana.it. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  5. ^ Atlante comunale di Poggibonsi: Talciona (PDF), su ptc.provincia.siena.it. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  6. ^ a b c AA.VV., Chiese romaniche della Valdelsa. I territori della via Francigena tra Siena e San Gimignano, Empoli, Editori dell'Acero, 1996.
  7. ^ Parrocchia Santa Maria Assunta a Talciona, su banchedati.chiesacattolica.it. URL consultato il 18 gennaio 2018.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica