Apri il menu principale

Tempio della Fortuna Primigenia (Roma)

Tempio scomparso della Roma antica
tempio della Fortuna Primigenia
tempio di Fortuna Publica Populi Romani Quiritium Primigenia
CiviltàAntica Roma
Utilizzotempio
EpocaII secolo a.C.
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneRoma

Il tempio di Fortuna Publica Populi Romani Quiritium Primigenia (in breve tempio della Fortuna Primigenia) era un tempio di Roma antica, situato sul colle Quirinale al di fuori di porta Collina.[1]

DescrizioneModifica

Si tratta di uno dei tre templi di Fortuna sul Quirinale, dove si adorava la Fortuna Primigenia, divinità protettrice di Preneste (oggi Palestrina).

Il tempio era stato votato nel 204 a.C. dal console Publio Sempronio Tuditano, prima della battaglia di Crotone contro Annibale (Livio XXIX, 36,8) e dedicato il 25 maggio 184 a.C. da Quinto Marcio Ralla (Livio XXXIV, 53).

Si tratta probabilmente del tempio dove venne riportato un prodigio nel 169 a.C.: sempre Livio (XLIII, 13) riporta come un custode del tempio di Fortuna sul Quirinale avesse assistito a un albero di palma nascere miracolosamente nel tempio e a una goccia di sangue cadere in pieno giorno[2], mentre in un altro tempio di Fortuna un diverso custode aveva osservato l'apparizione prodigiosa di un serpente crestato.

NoteModifica

  1. ^ Hornblower, S., Spawforth, A., The Oxford Classical Dictionary, Oxford, New York, 606.
  2. ^ ...alter in aede Primigeniae Fortunae, quae in Colle est, duo diuersa prodigia, palmam in area enatam et sanguine interdiu pluuisse.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica