Apri il menu principale
Interno del Tenax club a Firenze

Tenax è un locale di Firenze nato nel 1981 diventato una delle discoteche più famose d'Italia ed inclusa nella lista dei 50 club più belli al mondo dalla rivista Nightlife e 59esima nella classifica delle discoteche più famose del mondo stilata dalla DJ Magazine nel 2018. [1][2].

StoriaModifica

Il locale fiorentino nasce nel settembre del 1981 occupando “un enorme parallelepipedo al confine ovest della città, costruito nei tardi anni cinquanta come reinforcement della casa del popolo[3]”, una delle più antiche della zona. A dare vita al progetto sono tre giovani imprenditori: Alessandro Coragli, Lando di Bari e Roberto Nistri, che decidono di creare una nuova discoteca al passo coi tempi. Entro pochi mesi il Tenax diventa un punto di riferimento per artisti (Paolo Hendel), stilisti (Vivienne Westwood, che ha esposto i suoi capi l'8 gennaio 1988) e musicisti emergenti con ogni domenica per tre apparizioni a sera.

Passano di lì gruppi come gli Spandau Ballet, i Psychedelic Furs, i New Order, i Sister Of Mercy e tantissimi altri nomi conosciuti e meno conosciuti della musica del momento. Alla consolle del locale si alternano nomi di tutto rispetto come Frank Alabastro, Enrico Tagliaferri, Larry, Leo Daddi[4]: all'epoca artisti ancora emergenti ma, già molto richiesti sulla scena nazionale.

Con il passare dei mesi il locale inizia ad assumere una propria personalità, nascono i "mercoledì Ultra", gli allestimenti Blade Runner, le serate China Town e sul palco si avvicendano, tra gli altri, Tears For Fears, Tuxedo Moon, Human League, D.A.F., Litfiba e Frankie Goes To Hollywood. Tenax ha avuto anche diversi ospiti vip come Vittorio Gassman, Dalila di Lazzaro, Roberto Benigni, Ilona Staller e Amanda Lear, prima di cambiare rotta e avviare un nuovo percorso di vita.

Nel 1995 il locale viene infatti acquistato dalla società “Nozze di Figaro” che prosegue la gestione che ha iniziato il progetto. Il palinsesto cerca di mantenere appuntamenti settimanali dedicati a diverse fasce di pubblico e ospiti del calibro di Paul Weller, Tricky, Ben Harper, Morcheeba e Fun Lovin' Criminals.

Gli anni 2000 portano altri nomi ad esibirsi nel locale, ma fanno anche nascere e crescere nuovi dj, produttori e compositori come Ashley Beedle, Little Louie Vega, Ralf e Alex Neri in una serata come quella del sabato ormai nota ai più come Nobody's Perfect, nata nel 1999 e diventata anche l'appuntamento di dj provenienti da tutto il mondo.

Nel 2004 nasce anche l'etichetta discografica legata al nome del locale: la Tenax Recordings[5].

Alcuni artisti presentati negli '80Modifica

NoteModifica

  1. ^ ECCO LE 50 DISCOTECHE PIÙ BELLE DEL MONDO (2 SONO ITALIANE), su deejay.it.
  2. ^ Ushuaïa Ibiza receives the Golden Moon Award for Best Club in the World, su nciaa.com.
  3. ^ AA. VV., Un weekend postmoderno' Firenze e il Tenax negli anni '80, FIrenze, Aida Edizione, 2002, p. 16.
  4. ^ Luca Locati Luciani, Crisco Disco - Disco Music e Clubbing Gay negli anni '70 - '80, Milano, Vololibero edizioni, 2013.
  5. ^ Tenax Recordings su Resident Advisor, su residentadvisor.net.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica