Apri il menu principale

Teocon (traduzione italiana di Theoconservative, Theocon) è un neologismo derivante dall'unione del prefisso "Teo" (e quindi Dio, dal greco antico Theòs) e conservatorismo. Tale termine, coniato nel mondo anglosassone e in particolare statunitense, è oggi molto più diffuso in Europa, non di rado con un significato diverso da quello originale.

Negli Stati Uniti d'AmericaModifica

Negli USA con il termine theocon ci si riferisce solitamente ad appartenenti a settori del mondo cristiano che sono schierati su posizioni considerate conservatrici, o che uniscono un'ideologia politicamente conservatrice con la difesa di alcuni temi sociali a forte impronta religiosa. Si tratta in genere di appartenenti alla tradizione protestante degli Stati Uniti[1].

Spesso il termine è erroneamente confuso con neocon. Sebbene alcuni theocons possano essere vicini al movimento neocon e viceversa, si tratta di due concetti molto diversi, riferendosi, il primo, al rapporto tra politica e religione e, il secondo, a una particolare teoria di politica estera.

Uso in ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ateismo cristiano.

Il termine teocon è stato usato anche in Italia a partire dal 2004, fuori dall'ambito culturale statunitense di riferimento primario del termine, per indicare alcuni movimenti cattolici o persone di orientamento cattolico e conservatore. Tra questi, Comunione e Liberazione, l'Opus Dei e i Legionari di Cristo.

È stato usato anche in riferimento ad alcune personalità del mondo politico e culturale, come il filosofo ed ex-Presidente del Senato Marcello Pera, il giornalista e direttore della testata Il Foglio Giuliano Ferrara, la scrittrice e giornalista fiorentina Oriana Fallaci (nonostante il termine primigenio usato al loro riguardo fosse "ateocon"[senza fonte]), il politologo Ernesto Galli della Loggia, il parlamentare UdC Ferdinando Adornato.

NoteModifica

  1. ^ Gabriel S. Hudson (auth.), Christodemocracy and the Alternative Democratic Theory of America’s Christian Right [1 ed.] 978-1-137-52363-1, 978-1-137-52364-8 Palgrave Macmillan US, 2016.

BibliografiaModifica

  • Sébastien Fath, Dio benedica l'America. Le religioni della Casa Bianca, Carocci, 2006, ISBN 88-430-3867-2
  • Marco Nese, Gli eletti di Dio. Lo spirito religioso dell'America, Editori Riuniti, 2006, ISBN 88-359-5765-6
  • Flavio Felice, Neocon e teocon. Il ruolo della religione nella vita pubblica statunitense, Rubbettino, 2006, ISBN 88-498-1438-0
  • Gaetano Quagliariello, Cattolici, pacifisti, teocon. Chiesa e politica in Italia dopo la caduta del Muro, Mondadori, Milano 2006.
  • Cesare Catà, Da radici inabbandonabili. Leo Strauss e la Rivoluzione Conservatrice, in A. Morganti (a cura di), Atti del Convegno “Neocons tra reinvenzione della storia e prassi”, Rimini 2007, pp. 43–71

Voci correlateModifica