Teodorano

frazione del comune italiano di Meldola
Teodorano
frazione
Teodorano – Veduta
Mura di Teodorano
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Forlì-Cesena-Stemma.png Forlì-Cesena
ComuneMeldola-Stemma.png Meldola
Territorio
Coordinate44°05′04″N 12°06′28″E / 44.084444°N 12.107778°E44.084444; 12.107778 (Teodorano)Coordinate: 44°05′04″N 12°06′28″E / 44.084444°N 12.107778°E44.084444; 12.107778 (Teodorano)
Altitudine338 m s.l.m.
Abitanti100
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Teodorano
Teodorano

Teodorano è un paese di 100 abitanti posto ad un'altitudine di 338 m s.l.m.[1], frazione di Meldola, comune della provincia di Forlì-Cesena, in Emilia-Romagna. Fu comune autonomo fino al 1925[2].

StoriaModifica

 
La rocca

La prima testimonianza storica del piccolo centro risale all'anno 551, quando il territorio di fundus Tuderani fu donato all'Esarcato di Ravenna. Nell'XI secolo venne fondato il castello, per volontà dell'arcivescovo Enrico, come postazione di difesa del confine con lo Stato Pontificio. Nel 1238 l'arcivescovo di Ravenna Tederico elevò il borgo a Comune[3]. Dando alla già numerosa comunità (100 fuochi o famiglie)la possibilità di eleggere dei consoli e tenere mercato all' interno delle mura.

Saccheggiato e occupato da Francesco Ordelaffi nel 1335 venne restituito all ' arcivescovato di Ravenna nel 1362

Quando Cesare Borgia lo conquistò, Teodorano venne quasi del tutto raso al suolo. Riconquistato dall'Esarcato, rimase sotto il suo possesso fino al 1511, quando fu concesso alla famiglia bolognese dei Manzoli[3].

Fece parte dello stato Napoleonico dopo la conquista nel 1797[3].

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

  • Rocca di Teodorano: castello medievale di cui rimangono le alte mura a protezione del borgo e il mastio. Comprende anche un pozzo a vasi comunicanti risalente all'XI secolo e la campana comunale della vecchia torre civica, distrutta dai bombardamenti della seconda guerra mondiale[3]. Oggigiorno il torrione ospita un serbatoio di acqua potabile[4].
  • Chiesa di San Lorenzo in Teodorano.

BibliografiaModifica

  • Valeriano Viroli, 1502: assedio a Teodorano, Forlì, Aquacalda, 2010, ISBN 978-88-904828-3-0.
  • Valeriano Viroli, I Celti-Galli a Teodorano?, [s.l.], Aquacalda, 2009.
  • Valeriano Viroli, Teodorano : storia, immagini, leggenda, Castrocaro Terme, Moderna, 1995.
  • Valeriano Viroli, L'intrigante Polissena Malvezzi, [Forlì] , Edizioni Risguardi, 2013, ISBN 978-88-97287-24-7.

NoteModifica

  1. ^ Dati sulla frazione di Teodorano, su italia.indettaglio.it. URL consultato il 15 marzo 2014.
  2. ^ CASTELLO DI TEODORANO, su turismoforlivese.it. URL consultato il 15 marzo 2014.
  3. ^ a b c d Castello di Teodorano, su appenninoromagnolo.it. URL consultato il 15 marzo 2014.
  4. ^ MELDOLA - Nervegna (FI): il torrione del castello di Teodorano è instabile, su romagnaoggi.it. URL consultato il 15 marzo 2014.

Altri progettiModifica