Apri il menu principale

The Addams Family: Pugsley's Scavenger Hunt

videogioco del 1993
The Addams Family: Pugsley's Scavenger Hunt
videogioco
PiattaformaSNES, Game Boy, NES
Data di pubblicazioneSNES
febbraio 1993
Game Boy
luglio 1993
NES
agosto 1993
GenerePiattaforme
TemaUmoristico, Horror
OrigineRegno Unito
SviluppoOcean Software, Enigma Variations Ltd (Game Boy)
PubblicazioneOcean Software
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputGamepad
SupportoCartuccia
Preceduto daThe Addams Family
Seguito daAddams Family Values

The Addams Family: Pugsley's Scavenger Hunt è un videogioco a piattaforme distribuito dalla Ocean Software nel 1993 per SNES, Game Boy e NES. Il titolo è ispirato alla seconda serie animata.

Indice

TramaModifica

La vicenda ruota intorno a Pugsley e ad una caccia al tesoro organizzata da Mercoledì. La ricerca lo condurrà in tutte le camere da letto dei membri della famiglia, per trovare un oggetto particolare appartenente ad ognuno di loro.

Meccanica di giocoModifica

Pugsley's Scavenger Hunt è un platform molto simile a The Addams Family, con la principale differenza di non essere lineare: Pugsley può accedere immediatamente a qualsiasi percorso che lo condurrà ad una stanza.

ConversioniModifica

  • La versione NES non è una conversione di quella SNES, bensì un riadattatamento delle versioni SNES, Mega Drive ed Amiga di The Addams Family[1]: mostra livelli simili, nemici e situazioni analoghe, eccetto Gomez, ora personaggio secondario e non protagonista, sostituito da Pugsley. I livelli della conversione NES sono accorciati, il livello della cripta e del congelatore sono ridotti a battaglie contro un boss, non c'è alcuna musica eccetto il tema della Famiglia Addams all'inizio e alla fine del gioco, inoltre la spada e le palle da golf sono assenti tra le armi. L'unica aggiunta è il sistema di password per salvare quantunque il giocatore voglia e non come nella versione SNES, dove è possibile riprendere la partita solo dopo una sessione specifica o dopo aver sconfitto un boss.
  • La versione Game Boy è ancora più decurtata di contenuti: non ci sono le scatole con i consigli, ed interi livelli sono stati tagliati (tra cui quello finale, accedendo al quale si passerà subito allo scontro con il boss).

AccoglienzaModifica

La critica maggiore per la versione Super Nintendo era l'eccessiva difficoltà e il sistema di password inadatto. Super Play Magazine UK gratificò l'aspetto visivo del gioco, assai più colorato e dettagliato del precedente, constatando che «è un piacere da vedere più che da giocare»[2]. La versione SNES è considerata migliore delle conversioni per NES e Gameboy[3].

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi