The Best Records in the World

album dei Camaleonti del 1966
The Best Records in the World
album in studio
ArtistaI Camaleonti
Pubblicazione14 febbraio 1966[1]
pubblicato in Italia
Durata28:04
Dischi1
Tracce12
GenereBeat
Pop
Beat
EtichettaKansas (DMK 007)
ProduttoreGigi Menegazzi
RegistrazioneMilano al Fono Roma
FormatiLP
I Camaleonti - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1967)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Dizionario del Pop-Rock [2]

The best records in the world è l'album di esordio del complesso musicale italiano dei Camaleonti. Fu pubblicato dopo una serie di singoli incisi l'anno precedente, di cui alcuni inseriti nel disco.

Il discoModifica

Come era consuetudine dei gruppi beat di quegli anni, anche in questo disco vengono inserite versioni con testo in italiano di brani di artisti stranieri come, ad esempio, Non sperarlo, che è la cover di If You Gotta Go, Go Now di Bob Dylan, Se ritornerai cover di Norwegian Wood dei Beatles, Uno solo di noi cover di A Must to Avoid degli Hermant's Hermits, I capelloni cover di Over and Over di Bobby Day, Tu credi in me cover di And my baby's gone dei Moody Blues e Come mai cover di Get Off of My Cloud dei Rolling Stones.

Quasi tutti i brano sono cantati da Riki Maiocchi, tranne Vi sbagliate, dove canta Livio Macchia. Il brano Sha... la la la la è una versione diversa da quella uscita l'anno precedente su singolo a 45 giri.

Il titolo dell'album nasce dal fatto che racchiudeva i dischi migliori usciti nel mondo in quel periodo (appunto, in inglese, the best records in the world), secondo i Camaleonti.

In copertina sono raffigurati i Camaleonti con giacche di vario colore.

Questo disco è stato ristampato dalla casa discografica On sale music in un unico CD insieme con il successivo LP Portami tante rose, integrati con sei brani già pubblicati su singolo a 45 giri.

TracceModifica

Lato A
  1. Sha - la - la - la - la – 3:15 (testo: Vito Pallavicini – musica: Clarence Paul)
  2. Lo stesso giorno, la stessa ora – 2:40 (testo: Luigi Menegazzi, Domenico Serengay – musica: Paul Kauffman, Jerry Harris)
  3. I capelloni – 2:05 (testo: Luciano Beretta, Michele Del Prete – musica: Robert Byrd)
  4. Non so che dire... – 2:45 (testo: Luigi Menegazzi, Domenico Serengay – musica: Marc Thomas)
  5. Il mare non racconta mai – 2:20 (testo: Luciano Beretta, Michele Del Prete – musica: Del Shannon)
  6. Non sperarlo più – 2:05 (testo: Luigi Menegazzi, Domenico Serengay – musica: Bob Dylan)
Lato B
  1. Se ritornerai – 2:12 (testo: Luigi Menegazzi, Domenico Serengay – musica: John Lennon, Paul McCartney)
  2. Come mai?! – 2:00 (testo: Alessandro Colombini, Luigi Menegazzi, Domenico Serengay – musica: Mick Jagger, Keith Richards)
  3. Io lavoro – 2:10 (testo: Luigi Menegazzi, Domenico Serengay – musica: Barry Mann, Cynthia Weil)
  4. Uno solo di noi – 1:50 (testo: Luigi Menegazzi, Domenico Serengay – musica: P.F. Sloan, Steve Barri) – Cover di "A Must to Avoid"
  5. Vi sbagliate – 2:40 (testo: Luigi Menegazzi, Domenico Serengay – musica: Joe Sauter, Mike Lewis) – Cover di "Ain't It True"
  6. Tu credi in me – 2:02 (testo: Luigi Menegazzi, Domenico Serengay – musica: Michael Pinder, Denny Laine) – Cover di "And My Baby's Gone"

FormazioneModifica

Note aggiuntive

NoteModifica

  1. ^ Discografia, su camaleonti.it. URL consultato il 14 agosto 2019.
  2. ^ Enzo Gentile e Alberto Tonti, Dizionario del Pop-Rock, Baldini & Castoldi, 1999, p. 152.
  3. ^ Note di copertina di The Best Records in the World, I Camaleonti, Kansas Records, DMK 007, 1966.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica