Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tholodus
Tholodus schmidi mandible 389.jpg
Mandibola di Tholodus schmidi
Stato di conservazione
Fossile
Periodo di fossilizzazione: Triassico medio
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Reptilia
Sottoclasse Diapsida
Superordine Ichthyopterygia
Ordine Ichthyosauria ?
Genere Tholodus
Specie T. schmidi

Il tolodo (Tholodus schmidi) è un rettile marino estinto, forse appartenente agli ittiosauri. Visse nel Triassico medio (AnisicoLadinico, circa 245 – 239 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Germania, Italia, Siberia e (forse) in Cina.

DescrizioneModifica

Questo animale è noto principalmente per alcuni resti fossili frammentari, comprendenti soprattutto resti della dentatura e delle mascelle. I denti erano piuttosto arrotondati e robusti, molto diversi da quelli presenti nella maggior parte degli ittiosauri triassici. È probabile che Tholodus fosse dotato di un cranio corto e robusto, con un muso di forma triangolare. Le zampe, come in tutti gli ittiosauri, dovevano essere simili a pagaie. Ritrovamenti avvenuti in Italia (Dalla Vecchia, 2004) e comprendenti anche parte di uno scheletro postcranico, indicano che l'omero doveva assomigliare a quello degli individui giovanili di Chaohusaurus, un altro ittiosauro arcaico.

ClassificazioneModifica

Tholodus schmidi venne descritto per la prima volta nel 1851 da Hermann von Meyer, sulla base di fossili frammentari provenienti dalla formazione Jena del Muschelkalk inferiore in Germania. Altri fossili provengono dalla zona alpina dell'Italia e dalla Siberia. Un altro fossile quasi completo, proveniente dalla Cina e descritto come Xinminosaurus catactes, potrebbe appartenere in realtà a Tholodus.

 
Dente di Tholodus schmidi

Tholodus sembrerebbe essere stato un ittiosauro particolarmente primitivo dalla dentatura specializzata, forse affine ad altri animali enigmatici come Omphalosaurus. La forma dell'omero fa supporre inoltre una possibile parentela con Chaohusaurus e Grippia, altri ittiosauri primitivi del Triassico inferiore.

BibliografiaModifica

  • von Meyer, H (1851). "Fossile Fische aus dem Muschelkalk von Jena, Querfurt und Esperstadt". Palaeontographica 1: 195–208.
  • Fabio Marco Dalla Vecchia (2004). "First record of the rare marine reptile Tholodus schmidi from the Middle Triassic of the Southern Alps". Rivista Italiana di Paleontologia e Stratigrafia 110 (2): 479–492.
 
Ramo mandibolare di Tholodus schmidi proveniente dall'Italia
  • Jiang, D.; Motani, R.; Hao, W.; Schmitz, L.; Rieppel, O.; Sun, Y.; Sun, Z. (2008). "New primitive ichthyosaurian (Reptilia, Diapsida) from the Middle Triassic of Panxian, Guizhou, southwestern China and its position in the Triassic biotic recovery". Progress in Natural Science 18 (10): 1315. doi:10.1016/j.pnsc.2008.01.039. edit
  • Michael W. Maisch (2010). "Phylogeny, systematics, and origin of the Ichthyosauria – the state of the art". Palaeodiversity 3: 151–214.
  • Yu. D. Zakharov , M. S. Arkhangelsky, N. G. Zverkov, I. V. Borisov & A. M. Popov (2015) Age of beds with ichthyosaur Tholodus in South Primorye. Russian Journal of Pacific Geology 9(5): 390-397 DOI: 10.1134/S1819714015050073

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili