Apri il menu principale

Il Tigillum Sororum era un arco ligneo, che si trovava alle pendici della Velia.

DescrizioneModifica

Per la tradizione romana, il Tigillum Sororum (trave delle sorelle) era un trave di legno, posto tra due pali, sotto il quale fu fatto passare l'Orazio supersiste come rito di espiazione (passare sotto il giogo) per aver ucciso la sorella Camilla.[1] Di fatto, si tratterebbe del primo Arco costruito a Roma.

L'arco sarebbe stato posto vicino agli altari di Giunone Sororia e di Giano Curiazio.[2]

Sotto questo arco ligneo passavano i soldati romani ogni 1º ottobre, quindi al termine della stagione della guerra, come atto di purificazione.[3]

NoteModifica

  1. ^ Tito Livio, Ab Urbe condita libri, I, 48. Is quibusdam piacularibus sacrificiis factis quae deinde genti Horatiae tradita sunt, transmisso per viam tigillo, capite adoperto velut sub iugum misit iuvenem.
  2. ^ Tigillum Sororum su Treccani
  3. ^ Nell’Antica Roma, 1º Ottobre: Tigillum Sororum su verdeazzurronotizie

BibliografiaModifica