Apri il menu principale

Tram ATM serie 5100

Tram ATM serie 5100
Vettura tranviaria a carrelli
Vettura 5106
Vettura 5106
Anni di costruzione 19471951
Anni di esercizio 19471986
Quantità prodotta 37
Costruttore Ansaldo
Capacità 29 posti a sedere
111 posti in piedi
Scartamento 1.445 mm
Interperno 7.200 mm
Passo dei carrelli 1.625 mm
Massa vuoto 15,9 t
Rodiggio Bo' Bo'
Velocità massima omologata 40 km/h
Tipo di motore CGE Milano 36
Dati tratti da:
Cornolò, Severi, op. cit., p. 124

Le vetture tranviarie serie 5100 dell'ATM di Milano erano una serie di motrici a carrelli ricavate dalla ricostruzione delle unità serie 5000 danneggiate durante gli anni della seconda guerra mondiale.

Allestite tra il 1947 e il 1951 presso gli stabilimenti Ansaldo di Genova, contribuirono in modo significativo al rilancio della rete tranviaria milanese negli anni che precedettero la costruzione delle prime due linee metropolitane. Distolte quasi definitivamente dal servizio nel periodo dello sfoltimento delle linee tranviarie, tra gli anni settanta e i primi anni ottanta, continuarono a svolgere saltuarie corse di rinforzo sulle linee del capoluogo sino al 1986.

Attualmente sono ancora esistenti le unità originali 5131 (accantonata al deposito di Precotto), 5133 (ricoverata in attesa di restauro al Museo Volandia) e l'unità 5137 (ripristinata da ATM Milano in livrea bi verde ma al momento non funzionante), appartenente alla serie 5136 e 5137, costruite nel 1950/51 con un diverso allestimento interno e motori più potenti che anticipavano la serie 5200. Tuttavia in passato era stata preservata anche una quarta unità, presso la ditta Parizzi di Bresso, la 5120, che però venne in seguito demolita.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica


BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica