Apri il menu principale

È tempo di uccidere detective Treck

film del 1974 diretto da Jonathan Kaplan
(Reindirizzamento da Truck Turner)
È tempo di uccidere detective Treck
Truckturner.gif
Il detective Treck
Titolo originaleTruck Turner
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1974
Durata91 min
Generepoliziesco, azione, thriller
RegiaJonathan Kaplan
SoggettoMichael Allin, Leigh Chapman, Jerry Wilkes, Oscar Williams
SceneggiaturaJonathan Kaplan, Michael Allin
ProduttoreFred Weintraub, Paul M. Heller
FotografiaCharles F. Wheeler
MontaggioMichael Kahn
MusicheIsaac Hayes
ScenografiaNate Long
Interpreti e personaggi

«Quelle due puttane che abbiamo lasciato - è meglio che imparino a prostituirsi in Islanda, perché se mai le vedrò di nuovo qui, sarò pronta a tagliare le loro cazzo di gole! Noi siamo la famiglia... e qui è dove vogliamo stare. Io ho degli affari piuttosto importanti da concludere oggi: e quando ti chiamo, voglio che alzi quelle tue chiappone e mi vieni a prendere. Capito? Eh? Ora esci e vai a vestirti per bene...ah, Raquel.. e per favore butta quella cazzo di giacca via! Avanti!»

(Dorinda)

È tempo di uccidere detective Treck (Il detective Treck) è un film del 1974, diretto da Jonathan Kaplan. Esso è uno dei capisaldi del genere della blaxploitation, esploso proprio all'inizio degli anni settanta con Coffy e portato all'apice lo stesso anno da Foxy Brown. Il film è interpretato da Isaac Hayes, che ha anche composto la colonna sonora del film.

Indice

TramaModifica

Truck Turner (Isaac Hayes) è un giocatore di football professionista che diviene un mercenario, insieme a Jerry (Alan Weeks), in cerca di un magnaccia di Los Angeles. Dopo un tragico sbaglio, Turner entra nel mirino di un killer navigato, che tenterà di ucciderlo.

Collegamenti ad altre pellicoleModifica

  • In Kill Bill: Volume 1 è possibile ascoltare un pezzo della colonna sonora di È tempo di uccidere detective Treck nella scena in cui la Sposa esce con la sedia a rotelle dall'ospedale dov'era ricoverata.

Slogan promozionaliModifica

  • «Nero, calvo e sanguinario: questo sì che è un uomo!».

Collegamenti esterniModifica