Ugo Cuesta

Ugo Cuesta (Pistoia, 1897Bergamo, 3 dicembre 1961) è stato un giornalista, scrittore e marittimo italiano, studioso di storia e letteratura navale.

Rimasto orfano a sette anni, da San Terenzo di Lerici (SP), seguì la famiglia a Viareggio e, a tredici anni, decise di interrompere gli studi e imbarcarsi sui velieri[1]. Inizia la propria carriera da giornalista sul Nuovo Giornale nel 1919, articolista de L'Italia Marinara, quindicinale illustrato della Lega Navale Italiana, successivamente è prima direttore generale, poi presidente dell'Ente Nazionale per le Biblioteche Popolari e Scolastiche nonché condirettore del periodico La parola e il libro.

Autore di numerosi libri e articoli a carattere marinaresco come: A gabbie basse. Note di un marinaio, Alto mare, Capitan Bixio, Garibaldi sul mare, Uomini sul mare, Baciccin. Racconto per ragazzi, ecc. muore a Bergamo, dove dirigeva Il Giornale del Popolo, il 3 dicembre 1961.

NoteModifica

  1. ^ Cfr. a p. 90 sulla Rivista Marittima, 1951.

BibliografiaModifica

  • AA.VV. Giornale della libreria organo ufficiale della Associazione italiana editori, 1931.

Opere letterarieModifica

  • Antonio Calegari, Ugo Cuesta, La mezzaluna sul Mediterraneo. Corsari e sultane, Bellavite, Missaglia, 2004 ISBN 978-88-751-1021-5
  • A gabbie basse. Note di un marinaio,
  • Alto mare,
  • Garibaldi sul mare
  • Capitan Bixio
  • Uomini sul mare
  • Il castel del miserere
  • Il libro del dopolavoro
  • Il giornalismo. Lo sviluppo, le parti del giornale, il giornalismo italiano a volo d'uccello, la stampa fascista, come si diventa giornalisti
  • Baciccin. Racconto per ragazzi
  • Jugoslavia d'oggi
  • Naviga l'eroe

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN88846186 · ISNI (EN0000 0000 6223 3257 · LCCN (ENno2005011474 · BNF (FRcb150718431 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2005011474