Apri il menu principale

Umberto D'Ancona (Fiume, 9 maggio 1896Marina di Ravenna, 24 agosto 1964) è stato un biologo e naturalista italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Fiume il 9 maggio 1896, studiò dapprima all'Università di Budapest e successivamente all'Università di Roma dove si laureò in scienze naturali nel 1920. Qui fu allievo di Giovanni Battista Grassi e dal 1925 al 1929 diresse l'istituto di anatomia comparata.

Il 22 luglio 1926 sposò Luisa Volterra, figlia del matematico Vito, come lui di origine ebraica, che fu sua collaboratrice per molti anni e da cui ebbe una figlia, Silvia.

Nel 1930 si trasferì all'Università di Siena, nel 1936 all'Università di Pisa e infine, nel 1936 all'Università di Padova, dove rimase fino alla morte.

Scienziato di statura internazionale, è stato considerato sia in Italia che all'estero lo zoologo italiano più completo del secondo dopoguerra[1].

Accademico dei Lincei dal 1948, fu socio di svariate altre accademie scientifiche italiane e straniere.

Opere principaliModifica

  • Trattato di zoologia (UTET, 1953; 1960; 1965; 1973).
  • Elementi di biologia generale (Cedam, 1945, 1954; 1962).
  • Lezioni di biologia e zoologia generale (Cedam, 1938; 1941; 1943).
  • Elementi di biologia vegetale (Cedam, 1954).
  • La lotta per l'esistenza (Einaudi, 1942).

NoteModifica

  1. ^ G. Sermonti, voce Umberto D'Ancona in Dizionario Biografico degli Italiani

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN37067975 · ISNI (EN0000 0000 7990 9807 · LCCN (ENn97106405 · GND (DE1049853644 · BNF (FRcb13481641d (data)