Unione dei Democratici e degli Indipendenti

partito politico francese
Unione dei Democratici e degli Indipendenti
(FR) Union des démocrates et indépendants (UDI)
UDI logo.svg
LeaderJean-Christophe Lagarde
StatoFrancia Francia
Fondazione18 settembre 2012
IdeologiaLiberalismo,
liberalismo sociale,
umanesimo cristiano,
ambientalismo,
europeismo,
cristianesimo democratico
CollocazioneCentro/Centro-destra
Partito europeoALDE
Gruppo parl. europeoALDE
Seggi Assemblea nazionale
20 / 577
 (2017)
Seggi Senato
28 / 348
 (2017)
Seggi Europarlamento
3 / 74
 (2014)
ColoriViola e azzurro
Sito webwww.parti-udi.fr/

L'Unione dei Democratici e degli Indipendenti (in francese: Union des démocrates et indépendants - UDI) è un partito politico francese di orientamento liberale fondato il 18 settembre 2012.

Precurose del soggetto politico è stata L'Alleanza Repubblicana, Ecologista e Sociale.

StoriaModifica

OriginiModifica

Dopo le elezioni legislative del 2012, all'Assemblea nazionale si costituisce il gruppo parlamentare dell'Unione dei Democratici e degli Indipendenti, comprendente 29 deputati. Ad esso aderiscono[1][2]:

Il leader è l'esponente radicale Jean-Louis Borloo.

Dopo la scissione, interna a Nuovo Centro, della componente che darà vita a Forza Europea Democratica, i rispettivi deputati resteranno all'interno del gruppo.

All'alleanza aderisce anche La Sinistra Moderna, pur non avendo seggi all'Assemblea nazionale.

Le elezioni del 2017Modifica

A seguito delle elezioni legislative del 2017 sono eletti con l'UDI 18 deputati all'Assemblea nazionale. Al partito aderiscono 16 deputati[3]:

  • 4 come espressione dell'intera formazione (Guy Bricout, Yannick Favennec, Meyer Habib e l'indipendente radicale Béatrice Descamps);
  • 3 già esponenti di Nuovo Centro (Stéphane Demilly, Maurice Leroy e André Villiers);
  • 2 ex radicali (Yves Jégo e Michel Zumkeller);
  • 1 già appartenente ad Alleanza Centrista (Thierry Benoit);
  • 2 di Forza Europea Democratica (Sophie Auconie e Jean-Christophe Lagarde);
  • 2 di Calédonie Ensemble (Philippe Gomès e Philippe Dunoyer, eletto come indipendente);
  • 2 di Tapura Huiraatira (Maina Sage e Nicole Sanquer, eletta come indipendente).

Nelle file dell'UDI sono altresì eletti 3 deputati de I Centristi (Charles de Courson, Francis Vercamer e Philippe Vigier) e uno del Movimento Radicale (Social Liberale) (Bertrand Pancher, già esponente del PR). Al gruppo parlamentare dell'UDI aderiscono inoltre i 9 deputati di Agir, 2 dissidenti repubblicani (Pierre Morel-À-L'Huissier e Jean-Luc Warsmann), e un indipendente (Christophe Naegelen), per un totale di 32 deputati.

NoteModifica

  1. ^ Assemblea nazionale (XML), su assemblee-nationale.fr. URL consultato il 20 luglio 2012 (archiviato il 20 luglio 2012).
  2. ^ Le Figaro, 19 settembre 2012, Le CNI rejoint l'UDI de Borloo
  3. ^ UDI, nos elus, su parti-udi.fr. URL consultato il 24 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2018).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica