Unione del Gerundo

Unione del Gerundo
unione di comuni
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Cremona-Stemma.png Cremona
Amministrazione
CapoluogoCastelleone
Data di istituzione2003
Data di soppressione2012
Territorio
Coordinate
del capoluogo
45°18′N 9°46′E / 45.3°N 9.766667°E45.3; 9.766667 (Unione del Gerundo)Coordinate: 45°18′N 9°46′E / 45.3°N 9.766667°E45.3; 9.766667 (Unione del Gerundo)
Superficie88 km²
Abitanti16 500
Densità187,5 ab./km²
ComuniCastelleone, Formigara, Madignano, Montodine, Moscazzano
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Unione del Gerundo – Mappa

L'Unione del Gerundo è stata una unione di comuni nata dall'accordo tra cinque comuni italiani della provincia di Cremona.

L'Unione nacque nel 2003 tra i comuni di Castelleone, Formigara, Madignano e Moscazzano. Di seguito entrerà a farne parte il comune di Montodine.

I cinque comuni non erano contigui fra di loro e l'unione aveva superficie di 88 km², per una popolazione di circa 16.500 abitanti.

L'Unione del Gerundo era un ente pubblico territoriale dotato di personalità giuridica e governato da un presidente, da una giunta costituita da tutti i sindaci dei comuni aderenti e da un consiglio composto da una rappresentanza dei consigli comunali e dai sindaci stessi.[1].

Nel corso del 2012 i singoli consigli comunali dei comuni interessati deliberavano lo scioglimento dell'unione che, di fatto, è cessata il 31 dicembre di quell'anno[2].

ScopoModifica

Come da statuto, lo scopo della sua costituzione era quello di migliorare la qualità dei servizi erogati e di ottimizzare le risorse economico-finanziarie, umane e strumentali.[3].

NoteModifica

  1. ^ Unione del Gerundo, pagine informative all'interno del sito del Comune di Castelleone [1]
  2. ^ Unione Gerundo nel sito del Comune di Castelleone
  3. ^ Statuto dell'Unione [2]