Valencia (zoologia)

genere di pesci
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Valencidi
Samaruc a l'aula de la natura, parc de Marxalenes.JPG
Valencia hispanica
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Cyprinodontiformes
Famiglia Valenciidae
Genere Valencia
Generi e specie
  • Valencia hispanica
  • Valencia letourneuxi

I Valenciidae sono una famiglia di pesci ossei d'acqua dolce appartenente all'ordine Cyprinodontiformes, endemico dell'Europa meridionale. Comprende il solo genere Valencia con due specie.

Distribuzione e habitatModifica

Queste specie sono diffuse nell'Europa mediterranea (Spagna meridionale, Albania e Grecia).
Vivono in acque dolci di fiumi, laghi ma anche in laghi e torrenti costieri. Non sono pesci migratori né stagionali.

I Valenciidae esistono almeno dall'Oligocene: i fossili del genere Prolebias si trovano in terreni di 33 milioni di anni fa in Europa.

DescrizioneModifica

Sono pesci di piccole dimensioni (al massimo 8 cm) con corpo allungato e pinne forti e arrotondate. Si cibano di invertebrati.

Il nome della famiglia e del genere deriva dal loro scopritore, Achille Valenciennes, zoologo francese del XIX secolo.

Specie protetteModifica

Oggi entrambe le specie sono rigorosamente protette dalla II Convenzione di Berna, pertanto la loro cattura è vietata. La minaccia deriva dalla distruzione e dall'inquinamento del loro biotopo d'origine. Entrambe le specie sono state classificate come in pericolo critico di estinzione da parte della IUCN.[1]

AcquariofiliaModifica

Valencia hispanica fu il primo killifish a essere commercializzato in Germania per l'allevamento in acquario.

Le specieModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Valencia, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.

Altri progettiModifica

  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci