Apri il menu principale

Villa Longo de Bellis

Villa Longo de Bellis
Localizzazione
Stato{{{paese}}}
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Facciata della villa edificata A.D.1870 dal Cav.Nicola Longo di Modugno sita sul Lungomare Noviello Palese
Stemma araldico Longo di Modugno
Nicola Longo(1789-1877) medico e patriota Cavaliere dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio e della Corona d'Italia

Villa Longo de Bellis è una dimora storica di Palese (BA) sita sul Lungomare Tenente Noviello e con retrostante accesso in Via Nazionale.

DescrizioneModifica

È un grande edificio eretto in stile neoclassico nel 1870 come si evince da una iscrizione in latino posta sul portale d'ingresso a piano terra sotto la loggia: "DOM.US NICOLAUS LONGO ORD.IS COST.NI S.GEORGI ET CORONAE ITALIAE EQUES EREXIT A.D.MDCCCLXX" ("Don Nicola Longo Cavaliere dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio e della Corona d'Italia eresse nell'anno 1870"). L'edificio è tripartito da quattro grandi paraste verticali doriche su cui sono presenti crateri in stile pompeiano in terracotta. Nella parte centrale dell'edificio è presente una loggia centrale in parte coperta da un grande arco con stemma gentilizio della famiglia Longo in chiave di volta. Due scalinate balaustrate laterali conducono alla loggia centrale di affaccio verso il mare ed il giardino. Il grande portale centrale modanato di entrata conduce agli interni del piano nobile della villa. Questa villa fu la prima in assoluto ad essere costruita sul lungomare palesino e fungeva, oltre da dimora estiva della famiglia Longo di Modugno, anche da casina-masseria in quanto intorno vi era una azienda agricola coltivata ad ortaggi precoci(le cosiddette cocevole). Dalla corrispondenza ritrovata tra il medico Nicola Longo e l'architetto bitontino Luigi Castellucci si evince che sicuramente quest'ultimo ha dato un contributo progettuale alla villa, avendo progettato altre ville neoclassiche simili in questa zona, quali villa Cioffrese, villa Capitaneo, villa Castelluccia.

StoriaModifica

Ad edificare la villa fu il nobile Cav. Nicola Longo dei marchesi di Vinchiaturo(1789-1877), figlio del Magnifico Angelantonio (1743-1827) nel 1870 medico e patriota di Modugno, famosissimo in tutto il Regno delle Due Sicilie, proprietario anche del seicentesco Palazzo Valerio-Longo di Modugno. Nella venuta a Bari del Re Ferdinando II di Borbone nel 1859, il Longo fu chiamato più volte ad assistere il Re nella sua malattia tanto da ricevere onorificenze e una bellissima tabacchiera in oro e brillanti in dono. La villa passò al figlio Cav. Angelo Longo (1832-1917), primo Sindaco di Modugno dopo l'Unità d'Italia. In seguito passò al Prof. Carlo Longo (1881-1952) e alla di lui figlia nobildonna Lucia Longo (1927-1985). Attuale proprietario è il Dr. Carlo Longo de Bellis di Rutigliano.

In questa villa, requisita dalle forze anglo-americane durante la seconda guerra mondiale, a fine novembre 1943 si incontrarono il comandante generale inglese Harold Alexander, che aveva stabilito il suo quartier generale proprio in questa villa, il generale statunitense Dwight D. Eisenhower e il maresciallo d'Italia Pietro Badoglio per discutere alcune problematiche dell'Armistizio di Cassibile. In particolare il Badoglio chiese ai due generali alleati le armi necessarie per contribuire alla cacciata dei tedeschi dall'Italia. Alexander fu restio a tale richiesta ed Eisenhower prese posizione di neutralità. L'incontro ebbe esito negativo.

BibliografiaModifica

  • La vera storia di Palese-Macchie- Gianni Serena-2009
  • Carlo Longo de Bellis-Archivio privato Famiglia Longo
  • Agostino degli Espinosa- Il regno del sud - Editori Riuniti 1973