Apri il menu principale

William Keepers Maxwell Jr. (Lincoln, 16 agosto 1908New York, 31 luglio 2000) è stato uno scrittore e giornalista statunitense.

Indice

BiografiaModifica

William Maxwell Keepers Jr nasce il 16 agosto 1908 a Lincoln, nell'Illinois dal dirigente assicurativo William Keepers Maxwell e da Eva Blossom Blinn[1].

Nel 1930 ottiene un B.A. all'Università dell'Illinois e l'anno successivo un M.A. all'Università di Harvard[2].

Dopo aver insegnato nell'Università dell'Illinois, nel 1936 entra a far parte della redazione del New Yorker lavorando prima nel dipartimento artistico e poi come curatore editoriale per scrittori come J. D. Salinger, John Cheever, Eudora Welty e Mavis Gallant fino al 1976[3].

Esordisce nella narrativa, incoraggiato dalla scrittrice Zona Gale, nel 1934 con Bright Center of Heaven e pubblica in seguito 6 romanzi, 5 raccolte di racconti oltre a saggi e libri per ragazzi affrontando temi spesso autobiografici come la perdita di un caro (sua madre era morte d'influenza quando aveva 10 anni) e la dura vita nel rurale Illinois[4].

Dopo essere arrivato in finale con il romanzo The Chateau nel 1962, vince un ventennio dopo il National Book Award per la narrativa con Ciao, a domani[5].

Vita privata e morteModifica

Sposato per 55 anni con l'artista Emily Noyes Maxwell (nata il 25 agosto 1921) dalla quale ha due figlie, Kate e Brookie, muore a 91 anni il 31 luglio 2000 a New York pochi giorni dopo la dipartita della moglie avvenuta il 23 luglio[6].

Opere principaliModifica

RomanziModifica

  • Bright Center of Heaven (1934)
  • Come un volo di rondini (They Came Like Swallows, 1937), Milano, Rizzoli, 2009 traduzione di Giovanna Scocchera ISBN 978-88-17-03721-1.
  • Adolescenti (The Folded Leaf, 1945), Roma, Ed. Astrea, 1947 traduzione di Marcella Hannau
  • Time Will Darken It (1948)
  • The Chateau (1961)
  • Ciao, a domani (So Long, See You Tomorrow, 1980), Milano, Bompiani, 1988 traduzione di Pier Francesco Paolini - Nuova ed. Venezia, Marsilio, 1998 traduzione di Pier Francesco Paolini ISBN 88-317-6873-5.

RaccontiModifica

  • The Old Man and the Railroad Crossing and Other Tales (1966)
  • Over by the River, and Other Stories (1977)
  • Five Tales (1988)
  • Billie Dyer and Other Stories (1992)
  • All The Days and Nights: The Collected Stories of William Maxwell (1995)

MemoirModifica

  • Ancestors: A Family History (1972)

SaggiModifica

  • The Outermost Dream (1989)

Narrativa per ragazziModifica

  • The Heavenly Tenants (1946)
  • Mrs. Donald's Dog Bun and His Home Away from Home (1995)

Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Wilborn Hampton, William Maxwell, 91, Author and Legendary Editor, Dies, su nytimes.com, 1º agosto 2000. URL consultato il 5 aprile 2019.
  2. ^ (EN) Harold H. Watts, William (Keepers) Maxwell Biography, su biography.jrank.org. URL consultato il 5 aprile 2019.
  3. ^ (EN) Pagina dedicata all'autore, su britannica.com. URL consultato il 5 aprile 2019.
  4. ^ (EN) Necrologio, su telegraph.co.uk, 2 agosto 2000. URL consultato il 5 aprile 2019.
  5. ^ (EN) Informazioni salienti sullo scrittore, su nationalbook.org. URL consultato il 5 aprile 2019.
  6. ^ (EN) Harriet O'Donovan Sheehy, William Maxwell and Emily Maxwell, su theguardian.com, 26 agosto 2000. URL consultato il 5 aprile 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN114674264 · ISNI (EN0000 0001 2032 9987 · LCCN (ENn79065705 · GND (DE119419203 · BNF (FRcb11915310d (data)