William Pitt il Vecchio

politico britannico
(EN)

«There is something behind the throne greater than the King himself»

(IT)

«C'è qualcosa dietro il trono più grande del re stesso»

William Pitt, I Conte di Chatham detto il Vecchio (Westminster, 15 novembre 1708Hayes, 11 maggio 1778), è stato un politico britannico.

William Pitt, I Conte di Chatham

10º Primo ministro di Gran Bretagna
Durata mandato30 luglio 1766 –
14 ottobre 1768
PredecessoreMarchese di Rockingham
SuccessoreDuca di Grafton

Dati generali
Prefisso onorificoThe Right Honourable
Suffisso onorificoPC
Partito politicoPartito Whig
UniversitàTrinity College, Oxford
FirmaFirma di William Pitt, I Conte di Chatham

Ha fatto parte del Partito Whig. Nell'arco della sua quarantennale attività politica, accompagnata dal più caldo e talvolta entusiastico consenso popolare, la Gran Bretagna si trasformò in potenza imperiale (basti pensare alla conquista dell'India e del Canada) mentre, all'interno, prese vigore il sistema parlamentare-costituzionale. Viene comunemente ricordato come Pitt il Vecchio per distinguerlo da suo figlio William Pitt il Giovane, anch'egli politico e primo ministro britannico.

Tratto caratteristico della sua carriera è che essa si svolse quasi ininterrottamente sui banchi della Camera dei Comuni. Fu assai raramente chiamato al governo e per brevi periodi (anche se furono momenti fondamentali per la storia inglese) e una sola volta divenne Primo Ministro, dal 30 luglio 1766 al 14 ottobre 1768.

Biografia Modifica

Iniziò la sua attività nel 1735 ponendosi subito in luce per i suoi veementi attacchi contro la politica grettamente conservatrice e corrotta del Walpole. Ciò gli procurò una larga popolarità destinata a crescere ancora di più quando, caduto il potente primo ministro, l'intervento reale gli impedì di accedere al nuovo ministero. Ben presto però fu chiaro che le sue acute percezioni politiche ed il largo appoggio popolare facevano di lui una personalità che non era più possibile ignorare.

Ministro del gabinetto del Duca di Newcastle, tornò al governo nel 1757 come ministro della Guerra nel momento più drammatico della Guerra dei sette anni, quando le sorti del conflitto sembravano volgere decisamente a sfavore della Gran Bretagna. La guida di Pitt galvanizzò gli animi: la sua vertiginosa e multiforme attività e la solidarietà di tutto il popolo riuscirono a capovolgere le sorti della guerra.

Nominato dal re Conte di Chatham, divenne infine Primo Ministro. Ma fu un'amara esperienza: a poco a poco il favore popolare lo abbandonò ed egli fu rapidamente sommerso da un'ondata di critiche e di contestazioni sul suo operato. Si dimise, ritirandosi a vita privata. Tornò alla politica nel 1778, dolorosamente colpito dalla dichiarazione d'indipendenza americana che il governo e il re non avevano, a suo dire, saputo evitare. Morì mentre pronunciava un discorso al suo banco parlamentare.

Ascendenza Modifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
rev. John Pitt Thomas Pitt  
 
Priscilla Searle  
Thomas Pitt  
Sarah Jay John Jay  
 
Sarah Pitt  
sir Robert Pitt  
sir James Innes, III baronetto sir Robert Innes, II baronetto  
 
hon. Jean Ross  
Jane Innes  
Sarah Vincent John Vincent  
 
Sarah Baker  
William Pitt, I conte di Chatham  
George Villiers, IV visconte Grandison sir Edward Villiers  
 
Barbara St.John  
hon. Edward FitzGerald-Villiers  
lady Mary Leigh Francis Leigh, I conte di Chichester  
 
hon. Audrey Boteler  
Harriet FitzGerald-Villiers  
sir John FitzGerald, VII lord di Decies Gerald FitzGerald, VI lord di Decies  
 
Mabel Digby  
Catherine FitzGerald  
Catherine Power John Power, V lord Le Power e Coroghmore  
 
Ruth Pyphoe  
 

Altri progetti Modifica

Collegamenti esterni Modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN34466316 · ISNI (EN0000 0001 0886 2308 · CERL cnp01320687 · ULAN (EN500292209 · LCCN (ENn80106735 · GND (DE118792385 · BNE (ESXX1244165 (data) · BNF (FRcb11997596n (data) · J9U (ENHE987007266534005171 · NDL (ENJA00795183 · WorldCat Identities (ENlccn-no2016006122