Zahra Nemati

arciera iraniana

Zahra Nemati (Kerman, 30 aprile 1985) è un'arciera iraniana. Prima donna iraniana a vincere una medaglia d'oro nei Giochi olimpici o paralimpici, è anche un'attivista dei diritti delle donne e delle persone con disabilità sia a livello globale che locale.[1][2]

Zahra Nemati
Nazionalità Bandiera dell'Iran Iran
Tiro con l'arco
Specialità Arco Olimpico
Palmarès
Bandiera dell'Iran Iran
Competizione Ori Argenti Bronzi
Giochi paralimpici 3 1 1
Mondiali IPC 4 1 4
Giochi para-asiatici 2 1 1

Vedi maggiori dettagli

Statistiche aggiornate al 5 settembre 2021

Inizialmente gareggiava nel taekwondo prima di rimanere paralizzata in un incidente d'auto. Alle Paralimpiadi estive 2012 ha vinto due medaglie, un oro individuale e un bronzo a squadre. Nel 2016 si è qualificata per competere sia ai Giochi olimpici che alle Paralimpiadi.[3] È stata la portabandiera delle Giochi olimpici di Rio 2016[4] e delle Paralimpiadi del 2020 di Tokyo, dove ha condiviso l'onore con il lanciatore Nourmohammad Arekhi.[5]

Vita privata modifica

Nata a Kerman, in Iran, nel 2004 un incidente d'auto le ha procurato lesioni spinali e paralisi ad entrambe le gambe.[6][7]

Carriera sportiva modifica

Prima dell'incidente Nemati era cintura nera di taekwondo. Ha iniziato a tirare con l'arco nel 2006 e in sei mesi è arrivata terza ai Campionati nazionali, gareggiando contro atleti normodotati.[8]

È stata quindi selezionata per competere per l'Iran alle Paralimpiadi del 2012, tenutesi a Londra, dove ha vinto due medaglie, diventando la prima donna iraniana a vincere una medaglia d'oro ai Giochi Olimpici o Paralimpici.[9]

Nella gara del ricurvo W1/W2 femminile si è classificata prima nel ranking round con un punteggio di 613, entrando direttamente agli ottavi di finale dove ha battuto l'italiana Mariangela Perna per 6-0. Nei quarti di finale ha sconfitto la turca Gizem Girismen con un punteggio di 6-0 vincendo successivamente la semifinale contro l'italiana Veronica Floreno di nuovo per 6-0. Nella finale ha affrontato l'italiana Elisabetta Mijno e si è assicurata la medaglia d'oro con una vittoria per 7-3.[10] Ha dedicato la sua vittoria a "tutte le persone che hanno pregato per me per raggiungere questo successo".[11] Nemati ha preso parte alla gara a squadre femminile insieme alle connazionali Razieh Shir Mohammadi e Zahra Javanmard. Il team si è piazzato al secondo posto nel ranking round con 1646 punti e ha sconfitto la Repubblica Ceca nei quarti di finale. In semifinale le iraniane hanno perso contro la Corea del Sud con un punteggio di 192-186, ma hanno poi sconfitto l'Italia per 188-184 nella partita per la medaglia di bronzo. Nemati si è così aggiudicata la sua seconda medaglia nei Giochi.[12]

Ai Campionati mondiali di Para-Archery del 2013, tenuti a Bangkok, ha vinto la medaglia d'oro nell'individuale femminile W2 e la medaglia di bronzo nel ricurvo a squadre femminile.[6]

Nel 2015 Nemati è entrata nella storia assicurandosi la qualificazione sia per i Giochi olimpici che per le Paralimpiadi del 2016 di Rio de Janeiro. Ha ottenuto la qualificazione olimpica piazzandosi seconda nel ricurvo femminile ai Campionati asiatici di tiro con l'arco 2015 a Bangkok e successivamente quella paralimpica vincendo l'oro ai Campionati asiatici para-archery 2015. L'ultima arciera a gareggiare in entrambi i Giochi nello stesso anno era stata l'italiana Paola Fantato ad Atlanta 1996.[13]

 
Zahra Nemati porta la bandiera iraniana durante cerimonia di apertura dei Giochi olimpici 2016

Nel gennaio 2016 è stata selezionata per essere la portabandiera della squadra iraniana durante la sfilata delle nazioni partecipanti alla cerimonia di apertura dei Giochi olimpici 2016.[9] Nella gara olimpica individuale femminile Zahra Nemati si è piazzata al 49º posto nel ranking round con un punteggio di 609 ed è stata sconfitta nelle eliminatorie dalla russa Inna Stepanova, concludendo la gara al 33º posto.[14] Ai Giochi Paralimpici 2016 ha vinto l’oro nella gara individuale, battendo in successione la sudcoreana Jang Moon Jo, l'italiana Elisabetta Mijno, la sudcoreana Hwa Sook Lee e, in finale, la cinese Wu Chunyan.[15] Nella gara a squadre miste ha conquistato l'argento in coppia con Ebrahim Ranjbarkivaj.[16][17]

Alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 Nemati ha vinto l'oro nella gara individuale battendo allo shoot-off di una finale molto combattuta l'italiana Vincenza Petrilli[18]

Nel 2021 Zahra Nemati è stata eletta tra i sei nuovi membri del consiglio degli atleti del Comitato Paralimpico Internazionale, che resta in carica per un triennio fino ai Giochi di Parigi 2024. Nell'occasione ha dichiarato: "Gli atleti con disabilità sono individui capaci che ridono di fronte alle sfide del mondo. Voglio essere la voce rumorosa di questi individui forti nell'IPC e in tutto il mondo."[19]

Impegno sociale modifica

Nel 2017 Zahra Nemati ha partecipato alla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità.[1]

Nel 2021 il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) le ha assegnato il premio International Women's Recognition - Next Generation per il suo lavoro di sensibilizzazione sull'inclusione per le donne e le persone con disabilità.[20]

Palmarès modifica

  • Giochi paralimpici:
Londra 2012: oro nell'individuale e bronzo nella gara a squadre femminile
Rio 2016: oro nell'individuale e argento nella gara a squadre miste
Tokyo 2020: oro nell'individuale e argento nella gara a squadre miste
  • Campionati mondiali Para-Archery
Torino 2011: oro nella gara a squadre femminile open, oro nella gara a squadre miste W2, argento nell'individuale W2 e bronzo nella gara a squadre femminile W2
Bangkok 2013: oro nell'individuale W2, bronzo nella gara a squadre femminile open e bronzo nella gara a squadre miste W2
Pechino 2017: oro nell'individuale open e bronzo nella gara a squadre miste open
  • Giochi para-asiatici
Jakarta 2018: oro nella squadra femminile open, argento nell'individuale
Incheon 2014: oro nell'individuale
Guangzhou 2010: bronzo nell'individuale

Note modifica

  1. ^ a b (EN) Iran's Zahra Nemati sees archery as a metaphor for life, su International Paralympic Committee. URL consultato il 6 novembre 2021.
  2. ^ (EN) Zahra Nemati wants to change the world around her, su Olimpycs.com. URL consultato il 6 novembre 2021.
  3. ^ (EN) Iran Paralympic archer Zahra Nemati to carry Olympic flag, in BBC Sport, 25 gennaio 2016. URL consultato il 3 novembre 2021.
  4. ^ (EN) Zahra Nemati - Archery - Paralympic Athlete Profile, su International Paralympic Committee. URL consultato il 3 novembre 2021.
  5. ^ (EN) Iran marches in parade of nations at Tokyo Paralympics, su Tehran Times, 24 agosto 2021. URL consultato il 3 novembre 2021.
  6. ^ a b (EN) Athlete Bio NEMATI Zahra, su ipc.infostradasports.com, International Paralympic Committee. URL consultato il 3 novembre 2021 (archiviato il 31 marzo 2016).
  7. ^ (EN) Iran’s Zahra NEMATI wins individual SportAccord award, su worldarchery.org, World Archery Federation, 30 maggio 2013. URL consultato il 3 novembre 2021 (archiviato il 2 giugno 2016).
  8. ^ (EN) Iran's Zahra Nemati Individual Winner of 2013 Spirit of Sport Awards, su paralympic.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 3 novembre 2021 (archiviato l'8 maggio 2016).
  9. ^ a b (EN) Zahra Nemati Named Iran Flagbearer at Olympics, 23 gennaio 2016. URL consultato il 3 novembre 2021 (archiviato il 9 maggio 2019).
  10. ^ (EN) London 2012 Paralympic Games Archery Women's Individual Recurve W1/W2, su paralympic.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 2 maggio 2016 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2016).
  11. ^ (EN) Iran's Zahra Nemati wins archery gold at 2012 Paralympics, Payvand News, 4 settembre 2012. URL consultato il 3 novembre 2021 (archiviato il 9 giugno 2016).
  12. ^ (EN) London 2012 Paralympic Games Archery Women's Team Recurve open, su paralympic.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 2 maggio 2016 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2016).
  13. ^ (EN) No. 37 Nemati secures both Olympic, Paralympic spots for Iran, su paralympic.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 4 novembre 2021 (archiviato l'8 maggio 2016).
  14. ^ (EN) Rio 2016, su Rio 2016. URL consultato il 26 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2016).
  15. ^ (EN) Zahra Nemati takes Paralympic gold, su paralympic.org, 15 settembre 2016. URL consultato il 6 novembre 2021.
  16. ^ Silvia Bruno, Zahra Nemati, olimpiadi e paralimpiadi (con oro nel tiro con l’arco), in La Stampa, 17 settembre 2016. URL consultato il 7 novembre 2021.
  17. ^ (EN) Results Archive Rio 2016 - Archery, su paralympic.org. URL consultato il 7 novembre 2021.
  18. ^ Marco Arcari, Paralimpiadi Tokyo 2020 - Vincenza Petrilli centra l'argento nel tiro con l'arco ricurvo. Sono 55 le medaglie azzurre, su Eurosport, 2 settembre 2021. URL consultato il 6 novembre 2021.
  19. ^ (EN) Chris Wells, Zahra Nemati elected to Paralympic athletes’ council, su worldarchery.sport, 5 settembre 2021. URL consultato l'8 novembre 2021.
  20. ^ IPC reveals 2021 International Women’s Day Recognition award winners, su paralympic.org. URL consultato il 6 novembre 2021.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica