Apri il menu principale

Zappa confluentus

specie di pesce
(Reindirizzamento da Zappa (genere))

Scoperta e denominazioneModifica

I primi esemplari furono scoperti nel 1978 lungo le rive del fiume Fly dall'ittiologo statunitense Tyson R. Roberts, che si rese conto di trovarsi di fronte a una nuova specie e le diede nome Pseudapocryptes confluentus. Dieci anni dopo, il ricercatore Ed Murdy stava studiando la sistematica dei saltafango e notò una sostanziale differenza morfologica tra questi pesci e gli altri Pseudapocryptes. Li ribattezzò quindi Zappa confluentus, che furono inclusi nel nuovo genere Zappa.[2] Il termine latino confluentus indica la connessione delle pinne anale e dorsale con quella caudale. La scoperta della specie Zappa confluentus viene attribuita a Roberts, mentre quella del genere Zappa a Murdy.[1]

Appassionato ammiratore del musicista statunitense Frank Zappa, Murdy dedicò a lui il nome del genere e della specie. In particolare per l'istrionismo e le idee socio-politiche di Zappa, e soprattutto per la sua articolata e sagace difesa del I emendamento della Costituzione degli Stati Uniti d'America,[2] che garantisce la libertà di scegliere ed esercitare il proprio culto religioso, nonché la libertà di parola e di stampa, il diritto di riunirsi pacificamente e il diritto di appellarsi al governo per vedere riconosciuti i propri diritti.

Distribuzione e habitatModifica

I Zappa confluentus si trovano esclusivamente nel corso più basso dei fiumi Fly, Ramu e Bintuni in Nuova Guinea, Oceania. Abitano in prevalenza nelle fangose piane di marea adiacenti alle torbide acque salmastre di tali fiumi, caratterizzate dalla presenza di mangrovie.

DescrizioneModifica

Al pari di altri saltafango, possono respirare attraverso la pelle e la mucosa della bocca; passano la maggior parte del tempo fuori dall'acqua nelle zone delle mangrovie, sulle piane tidali delle aree costiere e alla foce di fiumi tropicali. Nel terreno fangoso scavano tane in cui si rifugiano dai predatori e proteggono le uova. Quando l'acqua sommerge la tana e viene a mancare l’ossigeno, respirano per mezzo di una bolla d'aria che conservano nel proprio corpo all'interno di una speciale camera.[2] Sono pesci anfidromi, potendo muoversi liberamente in acqua dolce, marina e salmastra, e demersali, in grado di nuotare normalmente ma anche di trattenersi sui fondali, dove trovano il nutrimento. La lunghezza massima è di 4,4 centimetri.

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Gobiidae - Oxudercinae - Zappa confluentus - Roberts, 1978, su mudskipper.it. URL consultato il 20 aprile 2018.
  2. ^ a b c Perché il nome saltafango di Zappa?, su museodizoologia.it. URL consultato il 20 aprile 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci