Ėmmanuil Ionovič Kviring

politico sovietico
(Reindirizzamento da Ėmmanuil Kviring)

Ėmmanuil Ionovič Kviring (in russo Эммануил Ионович Квиринг?, in ucraino Емануїл Йонович Квірінг?, Emanuïl Jonovyč Kvirinh, in tedesco Emmanuel Quiring; Frezental', 13 settembre 1888, 1º settembre del calendario giulianoMosca, 26 novembre 1937) è stato un politico sovietico.

Ėmmanuil Ionovič Kviring

Primo Segretario del Partito Comunista dell'Ucraina
Durata mandato23 ottobre 1918 –
6 marzo 1919
PredecessoreSerafima Hopner
SuccessoreStanislav Kosior

Durata mandato10 aprile 1923 –
7 aprile 1925
PredecessoreDmitrij Manuil'skij
SuccessoreLazar' Kaganovič

Dati generali
Partito politicoPartito Comunista di tutta l'Unione (Bolscevico)
Titolo di studiodoktor nauk in economia
UniversitàUniversità politecnica "Pietro il Grande" di San Pietroburgo

Biografia modifica

Nato nel Governatorato di Samara, fu attivo nel movimento socialista dal 1906 e subì vari arresti da parte della polizia zarista. Dal 1912, studente presso il politecnico di San Pietroburgo, fu membro del partito bolscevico, della cui frazione presso la Duma di Stato fu segretario tra il 1913 e il 1914. Durante e dopo la Rivoluzione d'ottobre operò a Ekaterinoslav all'interno del Partito comunista ucraino, che guidò con il ruolo di segretario dal 1918 al 1919 e di Primo segretario dal 1923 al 1925.

Fu inoltre membro del Comitato Centrale del Partito Comunista di tutta l'Unione (bolscevico) dal 1923 al 1934, dell'Orgburo dal 1926 al 1927 e di vari organismi statali. Conseguito il dottorato in scienze economiche nel 1934, fu fino al 1937 Primo vicepresidente del Gosplan. Arrestato nell'ottobre 1937 nell'ambito delle Grandi purghe, fu giustiziato un mese più tardi.[1]

Onorificenze modifica

«per il quindicesimo anniversario della Commissione per la pianificazione statale presso il Consiglio dei commissari del popolo dell'URSS e il successo del suo lavoro di pianificazione economica.»
— 21 febbraio 1936

Note modifica

Bibliografia modifica

  • (RU) Kviring Ėmmanuil Ionovič, su Spravočnik po istorii Kommunističeskoj partii i Sovetskogo Sojuza 1898-1991. URL consultato il 27 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2018).

Altri progetti modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN4105083 · ISNI (EN0000 0001 0949 9512 · LCCN (ENn91019558 · GND (DE1057690058 · J9U (ENHE987007312405805171 · WorldCat Identities (ENlccn-n91019558